Da oggi i single sono invalidi, lo ha deciso l'organizzazione mondiale della sanità

Sei single e hai il desiderio di maternità o paternità? Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità i single avranno gli stessi diritti di una coppia

Fonte: Pixabay

Secondo il Telegraph, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, ha cambiato la sua definizione di disabilità per classificare le persone senza un partner sessuale come “sterile”. La nuova classificazione farà in modo che eterosessuali single, uomini e donne, così come i gay, che hanno voglia di avere un figlio e che devono ricorrere alla fecondazione in vitro avranno le stesse priorità di un coppia. Questo potrebbe rendere l’accesso ai fondi pubblici per la fecondazione in vitro a disposizione di tutti.

Josephine Quintavalle, attivista pro-life e direttrice dell’associazione “Comment on Reproductive Ethics”, è intervenuta su questo argomento affermando che: ” tutto ciò è un’assurdità in quanto non è ri-definire l’infertilità, ma così si stravolge  il significato del rapporto naturale tra un uomo ed una donna, il quale, molto spesso, è doloroso”. Inoltre, ha posto una domanda: ” I bambini verranno creati e coltivati su richiesta completamente in laboratorio?”

Il parere dei medici

Secondo il Dr. David Adamson “la definizione di infertilità è scritta in modo tale che questa includa i diritti di tutti gli individui di avere una famiglia, e che comprende uomini single, donne single, gay, donne gay”. Inoltre, aggiunge che : ” si sta cercando di fare un passo avanti su questo argomento ed ogni individuo ha il diritto di riprodurre, con o senza partner.”

In alcuni paesi il governo ha fornito assistenza sanitaria e fondi pubblici per le procedure di fecondazione in vitro e questo potrebbe avere seguiti importanti. Il dottor Adamson afferma che “tutti dovrebbero avere accesso alle cure sanitarie e spesso i paesi sono vincolati da questo.”

American with Disabilities Act

Ai sensi della legge americana, una persona con una disabilità è tale quando una persona ha ” una menomazione fisica o mentale che limita sostanzialmente una o più attività importanti di vita e viene definita tale in quanto viene percepita così dalle altre persone.” L’ADA, potrebbe applicare le nuove linee guida dell’OMS, dopo tutto chiunque dovrebbe avere dei figli.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità non ha ancora fatto una nota con dei termini precisi, ma sembra essere proiettata verso questo. Ovviamente resta da vedere quali effetti provocherà sui programmi sanitari dei singoli paesi.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti