De Laurentiis: “Il Nord ci odia e i giornali sono contro di noi”

Aurelio De Laurentis elogia la squadra e il tecnico dopo la sconfitta contro il Real, poi passa all'offensiva contro giornali e tifoserie del Nord

Fonte: Facebook

La doppia sconfitta del Napoli contro il Real Madrid poteva essere digerita con difficoltà dai tifosi campani: sei reti subite in 180 minuti sono uno score piuttosto allarmante anche per una squadra votata all’attacco come quella di Maurizio Sarri. Tuttavia, il gioco e il carattere espressi, sembrano aver convinto al di là del risultato. I tifosi del Napoli escono soddisfatti dalla Champions League e guardano con ambizione al futuro.

Lo stesso patron Aurelio De Laurentis, spesso critico verso i suoi giocatori e il suo allenatore, regala parole di stima a tecnico e calciatori. Il presidente passa in seconda battuta all’offensiva polemica contro giornali e tifoserie avversarie.

La soddisfazione di De Laurentis e quei giornali ‘nordisti’

Aurelio De Laurentis appare sereno davanti ai microfoni di Mediaset dopo la partita che ha svegliato il Napoli dal sogno europeo. Il patron si esprime cosi nei confronti della squadra e di Sarri: “La delusione di Madrid questa sera non c’è, loro hanno giocato un secondo tempo esemplare. Ma Sarri ha dato una lezione di calcio al Real”.

A esplicita domanda sulle tensioni con il tecnico, altre volte manifestate pubblicamente, risponde cosi: “Il caso Sarri? Non è mai esistito – ha aggiunto a Premium Sport, tornando sulle critiche dopo il 3-1 subito al Bernabeu – Io avevo criticato la squadra, non il tecnico: ma i giornali del Nord hanno caricato, sperando di mettere un po’ di zizzania”. Colpa dei giornali insomma.

Lo scontro fra nord e sud e la replica del giornalismo

I giornali del nord nello specifico, e il settentrione più in generale, sarebbero da sempre offensivi nei confronti di Napoli e del Sud del Paese. Questa perlomeno sembra essere l’opinione di De Laurentis che sostiene: “Il Nord odia il Sud, è la storia del nostro Paese, e dopo 12 anni sono stanco di sentire in giro per gli stadi “Vesuvio lavali col fuoco”… I cori che sento contro di noi negli stadi di tutta Italia sono cafoni, e gli italiani non si ribellano. Stasera i napoletani hanno dato una dimostrazione di civiltà”.

Ordine dei Giornalisti e Federazione Nazionale della Stampa non ci stanno e arriva presto la replica: “Affermazioni fuori luogo che fanno male al Napoli calcio, a Napoli città e all’Italia intera. C’è d’augurarsi che, a freddo, De Laurentis chieda scusa”.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti