Devi mangiare con gli amici almeno una volta a settimana

Mangiare insieme è l'abitudine umana più antica e consolidata: ecco perchè i pasti in solitudine fanno male (anche alla salute)

Chi mangia solo si strozza, recita un vecchio detto popolare che vuole sottolineare l’importanza della condivisione: a quanto pare però mangiare in compagnia non fa bene solo agli altri ma anche a noi stessi.

Mangiare da soli, secondo un recente sondaggio condotto da Oxford Economics su circa 8mila cittadini britannici, è un indice di infelicità: la maggior parte di coloro che consumano i propri pasti in solitaria denuncia uno stato di insoddisfazione o di vera e propria depressione.

D’altronde, la storia ci insegna che mangiare insieme è un vero e proprio collante sociale: da sempre le persone si sono riunite intorno ad un tavolo per condividere i pasti quotidiani, fare accordi politici, parlare di scienza. Pensiamo anche alle feste comandate, che sono tradizionalmente i momenti in cui si sta insieme per mangiare e scambiarsi doni (nei paesi anglosassoni lo si fa anche in occasione dei funerali).

Mangiare insieme è anche salutare: è stato infatti dimostrato che quando si condivide il pasto si tende a cucinare di più e con più cura, preferendo cibi più sani, mentre chi mangia da solo è più tentato di buttarsi sul junk food o in generale su alimenti precotti. Le fasce più a rischio in questo senso sono anziani e bambini, ma anche adolescenti: i disturbi alimentari infatti sono causati anche dalla solitudine a tavola.

Cerchiamo quindi di condividere il momento del pasto con colleghi, amici o familiari e almeno una volta a settimana invitiamo tutti a casa nostra! Sarà un ottimo modo per passare una serata sana e piacevole in compagnia.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti