Diabete, la verdura che riduce lo zucchero nel sangue del 50%

Come ridurre lo zucchero nel sangue e i picchi di glicemia? Basta mangiare una comunissima verdura: risultati incoraggianti della ricerca

Il diabete continua a essere una delle patologie più diffuse e studiate al mondo (sapete che il freddo aiuta a combattere il diabete? Ecco il motivo). I dati riportati dall’Istituto Superiore di Sanità parlano di numeri impressionanti: l’International Diabetes Federation (IDF) ha calcolato nel 2021 che nel mondo sono 536,6 milioni le persone tra 20 e 79 anni (il 9,2% degli adulti) ad essere diabetici e che un ulteriore 1,2 milioni di bambini e adolescenti tra 0 e 19 anni siano affetti dal diabete di tipo 1.

Circa il 10% della popolazione mondiale, dunque, ha problemi di produzione o assorbimento dell’insulina e alti livelli di zuccheri nel sangue. Ma la ricerca in questo campo è più che mai attiva e prolifica: tra gli studi recenti più promettenti ne annoveriamo uno presentato al 97° incontro annuale della Endocrine Society a San Diego.

Sembra che da una comunissima (ed economica) verdura provenga la speranza di ridurre gli zuccheri nel sangue addirittura del 50%: parliamo della cipolla, amata e odiata, alla base di grandi ricette e probabilmente altrettanti imbarazzi!

I ricercatori hanno scoperto che l’estratto di cipolla, Allium cepa, è in grado di abbassare fortemente la glicemia alta quando somministrato insieme alla metformina. Quest’ultima è il principale farmaco utilizzato per il trattamento del diabete di tipo 2 .

Il ricercatore capo Anthony Ojieh ha dichiarato: “La cipolla è economica e disponibile ed è stata utilizzata come integratore alimentare. Ha il potenziale per l’uso nel trattamento di pazienti con diabete “.

Il team di ricerca ha testato questo estratto sui ratti, divisi in tre gruppi a cui sono stati somministrati 200 mg, 400 mg e 600 mg di estratto di cipolla per ogni kg di peso. È emerso che i ratti diabetici trattati con 400 mg e 600 mg di estratto di cipolla hanno visto rispettivamente una riduzione del 50 percento e del 35 percento dei livelli di zucchero nel sangue.

Effetti positivi, inoltre, sono stati anche riscontrati sui livelli di colesterolo alto.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti