Dopo 36 anni, in Italia è stato visto un cucciolo di foca monaca

Avvistato sulle spiagge pugliesi, il cucciolo di foca viene protetto da cordoni protettivi: la specie in Italia era considerata estinta.

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: 123RF

Erano 36 anni che sulle spiagge italiane non veniva avvistato un esemplare di foca monaca, tanto che la specie era ufficialmente considerata estinta nella nostra penisola. E invece il 2020 è iniziato con una incredibile sorpresa: in Puglia è stato infatti avvistato un cucciolo di foca monaca lungo 120 centimetri e la regione si è subito attivata per proteggere il più possibile il solitario neonato, probabilmente nato in Italia e misteriosamente apparso sui nostri lidi.

Inizialmente il cucciolo è stato visto in provincia di Lecce, sulla spiaggia. Per non disturbarlo e per impedire che la gente lo infastidisse, è stato subito istituito un cordone protettivo finché la foca non si è rituffata in mare. Il secondo avvistamento ha avuto luogo invece più a nord, in provincia di Brindisi: la foca è sembrata più ‘affaticata’ ed è stata soccorsa dai veterinati dell’Istituto superiore per la ricerca ambientale (Ispra).

“I nostri esperti dicono che, considerando le sue dimensioni, questo cucciolo è sicuramente nato in Italia. – dichiara Isabella Pratesi, direttrice Conservazione del Wwf Italia – Se per caso se ne incontra uno su una spiaggia, non bisogna assolutamente toccarlo né dargli da mangiare, si deve cercare di non disturbarlo e impaurirlo e avvertire quanto prima le autorità competenti, per esempio la Capitaneria di porto al numero telefonico 1530″.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti