Dormi troppo poco? Per capire se ti serve più sonno basta un cucchiaio

Dormire poco rischia di creare seri disturbi fisici e psichici. Il test del cucchiaio ci consente di capire il livello di privazione del sonno

Fonte: Flickr

Hai paura di dormire troppo poco e per questo ti senti sempre stanco? Provi una sensazione di sonnolenza durante la giornata? Sei ancora sveglio alle 3 del mattino, ti giri e ti rigiri e conti le pecore senza alcun risultato? Non sei il solo. L’insonnia può essere causata da molti fattori, dallo stress, dall’ansia e anche dalla cattiva alimentazione. E molti di noi soffrono di questo fastidioso disturbo del sonno. Tuttavia dei nuovi studi ci dicono che una posata e un vassoio di metallo ti potranno svelare quanto sei realmente stanco. Ecco il test del cucchiaio.

La privazione del sonno può portare a serie complicazioni di salute. Dormire poco, meno di 5 ore per notte, per esempio, aumenta notevolmente le probabilità di sviluppare il diabete. Ed è stato dimostrato che la nostra personalità quando non dormiamo per lunghi periodi subisce delle modifiche. Come capire allora il tuo grado di privazione? In fondo, è difficile tenere traccia delle ore effettive di sonno e monitorare la differenza tra sonno profondo e sonno leggero. Prima di cercare aiuto da un medico puoi fare il test del cucchiaio.

Partendo dall’assunto che comunque le donne devono dormire di più perché utilizzano maggiormente il cervello, munisciti di un cucchiaio e di un vassoio di metallo. Il test del cucchiaio è stato sviluppato da un ricercatore dell’Università di Chicago, Nathaniel Kleitman, e si basa su una scienza solida. Per effettuare l’esperimento occorre sdraiarsi in una tranquilla stanza buia, nel primo pomeriggio, stringendo un cucchiaio sul bordo del letto. Inoltre si deve mettere un vassoio di metallo sul pavimento vicino al letto, controllare l’ora e chiudere gli occhi.

La domanda è: ti addormenti e, se sì, quanto tempo ti ci vuole? L’idea alla base del test è che, quando ci si assopisce, il cucchiaio cade a terra con un clangore forte, visto che casca sul vassoio di metallo sottostante. Questo rumore provoca il risveglio immediato. A questo punto bisogna controllare l’ora e vedere quanto tempo è trascorso. Secondo Kleitman, se ci si addormenta entro 5 minuti, si soffre di una grave mancanza di sonno. Se si impiegano 10 minuti vuol dire che non si riesce ad avere un buon riposo notturno e si rischia di dormire troppo poco. Mentre se passano almeno 15 minuti, non ci sono criticità.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti