Duro attacco di Sgarbi a Facebook: ecco che cosa è successo

Il critico d'arte ha lanciato una campagna di disobbedienza civile nei riguardi del social

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: Getty Images

“Ci risiamo. Facebook non ha approvato una inserzione della pagina di “Rinascimento Romagna” ritenendo il dipinto “Allegoria del tempo” di Guido Cagnacci un ‘nudo pornografico'”. Il critico d’arte e politico, Vittorio Sgarbi, si fa portavoce di un atto di disobbedienza civile contro Facebook e i suoi sbarramenti a suo dire, inaccettabili.

Il critico ed ex sindaco di Salemi ha infatti invitato gli utenti a condividere il dipinto censurato da FB, in segno di protesta contro la controversa policy del social che procede alla rimozione di immagini considerate inappropriate.

“È una manifestazione d’ignoranza intollerabile – continua Sgarbi nel post pubblicato su Facebook -. I social network debbono servire anche a promuovere l’arte e la conoscenza in genere. Chi censura un capolavoro del genere degradandolo a pornografia è un cretino senza attenuanti. Vi chiedo di condividere questo post come forma di protesta contro Facebook“.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti