Ecco come evitare di mangiare troppo stando a casa

La quarantena forzata inizia a farsi sentire anche sul nostro peso, ma ci sono alcuni trucchetti mentali per evitare di mangiare troppo: scopriamoli!

16 Aprile 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!

Essere costretti a casa, anche se a lavoro, non è facile per nessuno di noi: con le palestre e le piscine chiuse, l’impossibilità di fare massaggi e la paura di essere multati per fare jogging e allontanarsi troppo, la forma fisica della maggior parte di noi ne sta risentendo (ricordate di bere tanto, ecco quanto in base al peso).

L’estate, comunque, si avvicina inesorabilmente e la voglia di vedersi belli e prepararsi – lo speriamo – ad andare al mare non manca: bisogna allora correre ai ripari e utilizzare tutti i metodi conosciuti per rimetterci in forma e perdere quei chiletti di troppo accumulati anche dopo il tradizionale e abbondante pranzo della recente Pasqua che la maggior parte di noi ha consumato.

Come evitare di mangiare troppo d’ora in avanti stando a casa? Come stare lontani dal frigo? Ci vengono in soccorso i trucchetti di Mindfulness di Sydney Greene, dietista di New York City e fondatrice dello studio privato Greene Health.

“È noto che alti livelli di stress e ansia aumentano la voglia di zucchero o cibi altamente trasformati”, osserva l’esperta su Livestrong.com. “Mangiare questi alimenti può aiutare a calmare i sentimenti negativi a breve termine, ma presentano conseguenze fisiche e mentali negative a lungo termine”.

Mai sentito parlare di “Mindful Eating”? Sydney Greene spiega che la “pratica del mangiare consapevole utilizza il fondamento della consapevolezza prima, durante e dopo aver mangiato”. In termini concreti, ci sono delle azioni mentali che possiamo eseguire prima di ingurgitare qualsiasi cosa troviamo in frigo o in dispensa.

La prima è certamente quella di stabilire degli orari in cui mangiare e rispettarli per limitare la tentazione di fare spuntini ogni mezz’ora viste le libertà offerte dalla quarantena e dallo smart working.

Il secondo passo è quello di concentrarsi sul cibo: mangiare davanti alla televisione o mentre controlliamo Instagram significa finire per consumare molte più calorie del necessario. Mettersi a tavola senza distrazioni (e masticare lentamente) ci aiuterà invece a stare più attenti e regolare contemporaneamente il metabolismo, l’umore e l’energia.

Anche evitare di leggere o sentire notiziari drammatici sul Coronavirus può contribuire a farci mangiare di meno: i livelli di stress tendono ad aumentare quando siamo preoccupati e ciò si traduce in un maggior bisogno di cibo anche se non sentiamo fame. Per questo si consiglia di non mischiare il momento dedicato ai pasti con quello dedicato all’informazione.

Infine sono ammessi gli spuntini, ma sempre in modo consapevole: da privilegiare proteine e fibre come frutta, noci, verdure, hummus, yogurt o semi di zucca.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti