Ecco come i bambini imparano a mentire

Anche i bambini mentono. La scienza adesso spiega come imparano e perchè

In un recente studio, gli scienziati hanno dimostrato come i bambini imparano a mentire, partendo innanzitutto dalla modalità in cui si sviluppa la conoscenza e la comprensione della morale, scoprendo che la loro percezione della verità e della menzogna cambia nel tempo. I ricercatori della McGill University hanno analizzato il comportamento di 100 bambini di un’età compresa tra i 6 e i 12 anni. Ad ogni bambino veniva mostrata una breve serie di video con delle marionette che dicevano sia la verità che bugie.

Ovviamente il risultato delle decisioni variava. In alcuni casi, mentire avrebbe causato danni ad un altro personaggio, mentre in altri casi una bugia detta per aiutare qualcuno avrebbe avuto un risultato negativo per chi parlava. I ricercatori hanno anche mostrato video di marionette che dicevano diversi tipi di verità, anche facendo la spia, sottolineando come anche questo possa danneggiare le persone. I bambini dovevano allora decidere se i personaggi erano stati onesti o meno e scegliere se quei comportamenti in particolare dovevano venire premiati o puniti.

Secondo Victoria Talwar, i bambini ricevono molti messaggi dai propri genitori secondo cui dire le bugie è sbagliato, ma allo stesso tempo vedono i loro stessi genitori dire le cosiddette bugie bianche per rendergli la vita più semplice. A seconda della loro età, questo atteggiamento può mandare i bambini in confusione. Ad ogni modo, lo studio dimostra che in generale i più piccoli riescono a riconoscere tra verità e bugie in ogni stadio della crescita. Decidere invece che comportamento ricompensare e quale punire dipende invece proprio dall’età.

Si sono delineati due gruppi. I più piccoli tendono a considerare un comportamento negativo quando un personaggio, raccontando una bugia, si prende la responsabilità al posto di un altro, così come quando si fa la spia. I piccoli sono meno preoccupati con le conseguenze negative del dire la verità, mentre i più grandi spesso sono dubbiosi a riguardo. Secondo Shanna Mary Williams, i bambini fino ai 10 anni vedono le cose in modo più chiaro, mentre attorno a quell’età imparano a mentire. Si rendono conto che verità e bugie sono meno binari, interessandosi alle conseguenze delle proprie azioni e guardando alle intenzioni che stanno dietro alle parole. Perciò anche i bambini mentono.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti