Ecco "Tino", Asprilla lancia il suo profilattico

La curiosa svolta nella vita dell'ex stella del Parma

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi piĆ¹ alti!
Fonte: Screenshot tratto da Instagram

Faustino Asprilla è tornato e lo ha fatto con il botto. L'ex attaccante del Parma negli anni '90 ha presentato a Bogotà, in Colombia, la sua nuova linea di profilattici che porta il suo nome: "Tino".

Asprilla, 46 anni, è stato coinvolto nel progetto da una casa farmaceutica che è rimasta colpita dalla celebre foto del 1993 in cui il giocatore aveva posato completamente nudo, diventando un vero e proprio sex-symbol. Nel corso degli anni il giocatore ha posato senza veli per numerose riviste e, dopo alcuni esperimenti negli anni scorsi, la sua linea di preservativi è ora finalmente sul mercato. Si tratta di quattro tipi diversi di condom, di cui uno al cioccolato e uno alla fragola.

Solo qualche mese fa, il giocatore si era confessato a 'Tuttosport', svelando un esilarante retroscena prima di una partita decisiva con il Napoli: "Una serata alla vigilia di una partita importantissima per noi, con qualche compagno ballammo per tutta la notte in una stanza assieme a una ragazza dell’albergo e ad alcune sue amiche. Andammo a letto tardissimo e il giorno dopo perdemmo contro il Napoli. Tornassi indietro, una leggerezza del genere non la commetterei più: con quella serata ci siamo giocati il campionato. Penso che Scala non sia mai venuto a saperlo prima d’ora", aveva raccontato il colombiano.

Con la maglia del Parma Asprilla ha vinto una Coppa delle Coppe (1992-1993), una Supercoppa UEFA (1993), due Coppe UEFA (1994-1995, 1998-1999) e una Coppa Italia (1998-1999). Nel corso della sua avventura in Emilia, l'ex bomber ha segnato 26 reti in 106 partite. Dal 1993 al 2001 è stato anche uno dei grandi protagonisti con la maglia della nazionale colombiana segnando 20 reti in 57 partite nonostante, nel 1998, fosse stato escluso dai Mondiali di Francia a causa delle critiche rivolte verso il CT Hernán Darío Gómez in seguito ad una notte brava.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti