Elon Musk pazzo di anime: vuole creare un mecha come Mazinga

Elon Musk annuncia su Twitter il desiderio di realizzare un mecha, per la gioia di tutti i fan di Evangelion e anime in generale.

Per Elon Musk ogni giorno è quello giusto per un incredibile annuncio. Se pronunciati negli anni ’80 o ’90, i discorsi del fondatore di SpaceX verrebbero derisi da tutti. Al massimo il cinema avrebbe fatto propri alcuni spunti ma null’altro. Oggi invece il turismo spaziale si avvia a diventare qualcosa di reale e tangibile. Oggi siamo sempre più vicini a colonizzare Marte, per un’umanità che continua a porsi domande esistenziali, con la testa rivolta alle stelle.

Musk è un miliardario, inventore, filantropo ma, non di secondaria importanza, un vero e proprio geek. Divertì molti la sua partecipazione a un episodio di The Big Bang Theory, che rese noto l’eclettico personaggio davvero a tutti.

Nel corso degli ultimi anni questo aspetto del suo carattere ha avuto sempre più risalto. Basti pensare alla Tesla inviata nello spazio, episodio degno di una pellicola fantascientifica. Come sempre, le sue comunicazioni col pubblico avvengono attraverso Twitter, dove ha espresso il proprio apprezzamento per film e serie animate giapponesi.

Da Your Name ad Evangelion, con quest’ultima saga che pare averlo ispirato particolarmente. La creatura di Hideaki Anno, che nei prossimi anni vedrà arrivare al cinema il suo capitolo conclusivo, potrebbe aver dato il giusto spunto a Musk, il cui tweet ha fatto la gioia di tutti gli appassionati di anime e robotica: “È tempo di costruire un mecha”.

Da Metal Gear a Pacific Rim, passando dal complesso Eva, di certo non riproducibile in ogni elemento, considerando la reale natura svelata in Evangelion. Il ventaglio di possibilità è decisamente ampio, con tantissimi utenti che si sono sbizzarriti sul profilo di Musk, proponendo idee assurde, in nome della fantasia nipponica.

Decisamente probabile che il tutto sia riducibile a uno scherzo ma, come detto, con Musk quello che un tempo era fantascienza, oggi è ben più vicino a essere realtà. Venne etichettata come uno scherzo anche l’idea di una linea personalizzata di lanciafiamme, eppure entrò in produzione, con 20mila modelli esclusivi rapidamente esauriti.

Se a ciò si aggiunge il fatto che un ‘mercato’ dei robot giganti in realtà esiste già, le chance che Musk faccia sul serio aumentano. Un esempio su tutti è la produzione realizzata dalla Sakakibara Machinery Works, che ha realizzato un primo modello di mecha oltre a un ‘robot suit’ funzionante. Che sia uno scherzo o meno, una cosa è certa. Se qualcosa di minaccioso dovesse mai giungere dallo spazio, sapremo a chi rivolgerci per difendere la Terra.

Gundam gigante

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti