Emergenza incendi a Genova: 250 persone sfollate a Pegli

Chiuse precauzionalmente tre scuole e l'autostrada A10

Genova, 17 gen. (askanews) – A Genova circa 250 persone sono sfollate dalle proprie abitazioni minacciate dalle fiamme sulle alture del popoloso quartiere di Pegli, dove questa mattina all’alba è divampato un vasto incendio boschivo.

Le fiamme, alimentate dal forte vento di tramontana, si sono avvicinate pericolosamente ad alcune palazzine in via Salgari, via Vespucci e viale alla Pineta. Le scuole Mazzini, Alessi e la scuola dell’infanzia “Le Pratoline” sono state chiuse a titolo precauzionale. Chiusa anche l’autostrada A10 invasa dal denso fumo sprigionato dal rogo nel tratto compreso tra Genova Voltri e Genova Pegli in direzione del capoluogo ligure e tra Genova Aeroporto e Genova Voltri in direzione Savona. Sul posto stanno operando decine di vigili del fuoco con l’ausilio di due Canadair e numerosi volontari della Protezione Civile.
“La situazione – ha spiegato ad Askanews il presidente del Municipio Ponente, Mauro Avvenente- è critica. Si spegne un focolaio e se ne accende un altro. In Val Varenna le fiamme stanno minacciando alcune abitazioni. In viale alla Pineta invece – ha concluso Avvenente – alcune delle famiglie sfollate stanno già tornando nelle proprie case”.

L’emergenza è invece rientrata nel quartiere di Nervi, dove per tutta la notte un violento rogo ha tenuto impegnati i vigili del fuoco, che hanno dovuto anche allontanare temporaneamente alcune famiglie dalle proprie abitazioni. Nella zona sono ora in corso le operazioni di bonifica.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti