Eminem, ecco chi avrebbe dovuto cantare "Walk on water"

Altro che Beyoncé, inizialmente Eminem aveva scelto un altro artista per duettare con lui sulle note di “Walk on Water”. Il singolo ha segnato il ritorno sulla scena del rapper ed ha anticipato il lancio di “Revival”, l’attesissimo album dell’artista di Detroit.

Inizialmente però Eminem non aveva scelto Queen B, ma un’altra cantante per duettare con lui. Si tratta di Adele, che però avrebbe rifiutato l’offerta poco prima di registrare il singolo a causa di un problema alle corde vocali. A svelarlo è stato Denaun Porter, membro del celebre collettivo Detroit D12, che da anni collabora con Eminem e che ha preso parte alla realizzazione di “Revival”.

“Walk on water”, che racconta il successo, ma anche la fragilità e l’umanità del rapper di Detroit, inizialmente era stata pensata per Adele. A raccontarlo è stato Porter nel corso di un’intervista rilasciata a ThisIs50. L’uomo ha spiegato che Eminem e l’artista di “Hello” erano pronti per registrare la canzone, quando è accaduto qualcosa di inaspettato. “Poi però è successo qualcosa alla sua voce” ha svelato Porter, facendo riferimento, molto probabilmente, ad un problema che ha colpito Adele alle corde vocali.

Con la cantante britannica fuori dai giochi, il team di Eminem si è messo alla ricerca di una star che potesse prendere il suo posto. “C’era solo una persona che avrebbe potuto prendere il suo posto” ha confessato Porter e quella persona era proprio Beyoncé. La voce potente di Queen B, la sua personalità e il suo talento, hanno consentito a “Walk on water” di divenire una delle canzoni più ascoltate del momento. Il singolo è stato accolto con grande entusiasmo dai fan, che hanno decretato il successo di “Revival”, il nono disco di Eminem, arrivato a quattro anni di distanza dal mitico “The Marshall Mathers LP 2”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti