Le emoji esistono da 3700 anni: il caso dello smiley più antico

Le emoji sono il modo in cui i millennials comunicano tra di loro, ma in realtà esistono da 3700 anni: ecco qual è il più antico

Fonte: Facebook

Tutti pensano che le emoji siano un contemporaneo metodo di comunicazione e che siano soprattutto i millennials a farne largo uso quando interagiscono tra di loro tramite le app di messaggistica e i social network. In realtà queste simpatiche faccine sono molto più antiche: la loro età è di 3700 anni e il primo smiley ad essere stato trovato risale all’epoca ittita, tra la Turchia e la Siria.

Durante gli scavi archeologici nell’antica città di Karkemish, situata al confine siriano con la Turchia, è stata rinvenuta dagli esperti una brocca che mostra il più antico smiley della storia dell’umanità. Si tratta di una vera e propria faccina sorridente, come siamo abituati a disegnare oggi a mano libera o come realizziamo con la punteggiatura per creare l’emoji più utilizzato. La faccia stilizzata si è potuta osservare solo dopo che gli archeologi avevano raccolto tutti i cocci e li avevano assemblati, scoprendo che si trattava di una brocca risalente al 1700 a.C. che veniva utilizzata per servire il sherbet, una bevanda anatolica a base di frutta e petali di fiore.

La scoperta ha stupito gli archeologi soprattutto perché gli ittiti erano un popolo famoso per i carri da guerra e per gli scontri con gli Egizi, mentre questa brocca ha mostrato un altro aspetto, decisamente più gioviale e inaspettato di questo popolo anatolico. Dal momento del ritrovamento, gli archeologi hanno discusso molto sul fatto che fosse realmente uno smiley oppure solo un insieme di simboli non definibili. In particolare perché la mente umana tende a ricondurre a forme ed immagini note, tutto ciò che vede. Nicolò Marchetti, professore del Dipartimento di Storia Culture Civiltà dell’Università di Bologna, che dirige gli scavi dal 2003, ha confermato che non ci sono altre tracce di dipinti sulla brocca e che quindi con grande probabilità, si tratterebbe proprio di uno smiley.

Così, questa antica fiaschetta si è aggiudicata il titolo di sorriso più antico della storia, superando di gran lunga lo smiley disegnato da un avvocato al termine di un documento ufficiale risalente solo al 1635. Ora anche i millennials sanno che le emoji non sono poi così contemporanee, ma che 3700 anni prima di loro, venivano già utilizzate per esprimere stati d’animo e comunicare.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti