Esiste una Tiramisù World Cup e anche voi potete partecipare

Conoscete a fondo tutti i segreti del tiramisù? Ora potete assaggiarne 600 in un colpo

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Siete dei veri e propri maghi del tiramisù? Conoscete ogni minimo particolare del dolce italico per eccellenza? C’è una competizione che fa esattamente al caso vostro. E no, non mette alla prova le vostre dote culinarie: a servire è invece il vostro spirito critico (e il vostro palato!).

Il 27 settembre sono partite le iscrizioni per candidarsi al ruolo di giudice della Tiramisù World Cup, giunta alla sua seconda edizione e in programma dall’1 al 4 novembre a Treviso, in quelle terre del Prosecco che – per l’occasione – si tingeranno di caffè, di mascarpone e di cacao. L’obiettivo? Individuare “il tiramisù più buono del mondo”, assaggiando ben 600 preparazioni. Per la serie, un sogno che diventa realtà…

Fatta salva la passione per i dolci, tutti possono partecipare alle selezioni. È sufficiente collegarsi al sito  www.tiramisuworldcup.com e seguire le istruzioni. Con la speranza di entrare nella rosa dei 180 giudici buongustai. I prescelti siederanno al tavolo (apparecchiato) in cui sfileranno i tiramisù, per decretare il migliore di tutti sia nella versione originale (e quindi nella tradizionale preparazione che prevede savoiardi imbevuti nel caffè, e ricoperti di una crema a base di mascarpone, uova e zucchero, con un top di cacao in polvere) che in quella creativa, in cui il tiramisù rivive tra le abili mani e le estrose menti di cuochi e pasticceri.

C’è però un però: per essere eletto a giudice, bisogna prima superare un mini-test volto a verificare che il candidato conosca a fondo il regolamento della Tiramisù World Cup, ma anche la ricetta originale del celebre dolce al cucchiaio e la sua storia. Il risultato così ottenuto assegnerà in automatico una posizione, e – al termine delle selezioni – si saprà se si è stati scelti come giudici di  gara, come giudici di riserva o come… semplice pubblico di curiosi!

A dispetto della “dolcezza” del tema, la competizione non è esattamente goliardica. Anzi, è un evento molto importante per il territorio. Lo ha precisato l’Assessore al Turismo della Regione Veneto Federico Caner: «La TWC è un biglietto da visita importante per Treviso e per il Veneto. In questo modo, si promuove il nostro brand “Veneto, Land of Venice”, che sostiene anche la tradizione culinaria della nostra terra. Quest’anno, poi, il tiramisù si lega alle colline dove nasce un altro nostro prodotto d’eccellenza: il Prosecco», ha dichiarato. E allora, un (dolcissimo) in bocca al lupo a tutti!

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti