Europa, quali sono i paesi che sentono di più il Natale?

La speciale classifica realizzata da Musement. Ecco dove si trova l'Italia

3 Dicembre 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

È arrivato dicembre, e questo vuol dire solo una cosa: è tempo di Natale. Le strade si riempiono di luci, le radio suonano musica natalizia e inizia la corsa al regalo più bello. Anche se con numerose differenze culturali, il Natale è una festa importante per molti paesi europei, ognuno con tradizioni diverse ma tutti accomunati dalla voglia di stare insieme a chi si ama. Ma, nel nostro continente, quanto amiamo veramente il Natale?

Per rispondere a questa domanda, Musement, la piattaforma digitale per scoprire e prenotare esperienze di
viaggio in tutto il mondo, ha condotto una ricerca a livello europeo per scoprire, paese per paese, con
quanta intensità è vissuta questa festa. Per realizzare lo studio, è stato preso in considerazione il volume di ricerca su Google di 10 termini riguardanti il Natale, in 41 diversi paesi d’Europa.

Rullo di tamburi, il paese in cui è più avvertito lo spirito natalizio è la Norvegia. Un amore che esprimono anche attraverso le tradizionali decorazioni per gli alberi festivi, i julekurver, fatte di carta e, naturalmente, a forma di cuore. Tra i termini analizzati per comporre la ricerca, il paese si aggiudica 100/100 punti per la parola chiave “biscotti di natale”. Il risultato riflette la tradizione locale: qui esistono almeno 7 tipi diversi di biscotti natalizi.

Secondo e terzo posto sono invece occupati rispettivamente da Germania e Austria, che condividono molte tradizioni natalizie. E se quest’anno non sarà possibile passeggiare per i classici mercatini, i due paesi si terranno comunque impegnati con tanti preparativi in vista delle feste. Tra i termini di ricerca analizzati, la Germania sbaraglia la concorrenza quando si tratta di “calendario dell’avvento”. La storia di questa usanza è molto antica e risale al XIX secolo. E proprio in Germania, a Gegenbach, si trova il calendario dell’avvento più grande del mondo, sulla facciata del municipio cittadino.

E l’Italia dove si trova in questa speciale classifica? A metà, confermando la tendenza dei paesi mediterranei nel mostrare uno spirito natalizio non particolarmente intenso. Eppure, tra i 10 termini di ricerca analizzati, il nostro paese non ha rivali quando si parla di presepe. Nonostante la natività sia riprodotta in diversi stati europei, l’usanza è nata proprio in Italia, affondando le sue origini addirittura nel 1200. Con diverse declinazioni regionali, l’arte del presepe all’italiana è un vero e proprio spettacolo. Tra i più famosi troviamo il presepe di Manarola, il più grande del mondo, il presepe vivente di Matera, e il tradizionale allestimento di San Gregorio Armeno a Napoli, dove vivere il Natale tutto l’anno.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti