1, 1, 1, 1, 0, 0, 0 trend

Evento unico al Bioparco di Roma: nascono due leoncini asiatici

Non era mai accaduto prima: i due cuccioli appartengono a una specie in via d'estinzione, per Roma è un simbolo di speranza.

13 Luglio 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Il leone asiatico – noto anche come leone indiano o leone di Gir – è una sottospecie di leone, considerata attualmente in pericolo. Per questo la nascita di due cuccioli ha destato enorme stupore e interesse, a maggior ragione perché i due leoncini sono nati nel Bioparco di Roma. È un evento unico, perché nello zoo della Capitale un evento simile non era mai avvenuto e, non a caso, i due neonati (che in realtà hanno poco più di due mesi) sono stati presentati in pompa magna, con un evento che ha visto la partecipazione del Presidente della Fondazione Bioparco di Roma, Francesco Petretti, e di Virginia Raggi, sindaco della Capitale.

I due leoncini sono nati infatti in pieno lockdown, ma per la loro ufficiale presentazione al mondo si è preferito attendere che riuscissero a muovere i primi passi per garantire loro tutta la tranquillità dei primi giorni di vita. Nati il 29 aprile, i due cuccioli sono in realtà due femmine di leone asiatico. Attualmente vengono allattate dalla madre e godono di ottima salute.

“La nascita di questi due cuccioli di leone asiatico è un’ottima notizia. – ha dichiarato Virginia Raggi, come comunica la Fondazione Bioparco di Roma – Un vero e proprio simbolo di speranza e di rinascita. Il Bioparco di Roma è un posto unico, dove i nostri bambini possono imparare a conoscere gli animali e a rispettarli. Un luogo importante anche per la tutela e la salvaguardia di specie protette e in via di estinzione come quella di questi leoncini”.

“Il bracconaggio dilaga, non più arginato dall’alternativa economica del turismo sostenibile nei parchi – ha aggiunto Petretti – migliaia di animali sono stati massacrati. In questo contesto, la sola alternativa alla perdita delle specie e quindi all’erosione della biodiversità, è rappresentata dai parchi zoologici come il Bioparco, che in tutto il mondo stanno fronteggiando una situazione difficilissima continuando a mantenere popolazioni di animali rarissimi e minacciati. Anche noi stiamo facendo la nostra parte, ma abbiamo bisogno di sostegno e di aiuto”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti