La mitica fabbrica di cioccolato di Willy Wonka ora è italiana

Il Gruppo Illy ha acquistato il marchio che ha ispirato la mitica fabbrica di cioccolato di Willy Wonka

La fabbrica di cioccolato di Willy Wonka è appena diventata italiana. O meglio, lo è diventato il marchio dei dolci di cioccolato a cui la storia è ispirata.

Prestat, storico marchio inglese dei dolci a base di cioccolato e fornitore ufficiale della Royal Family nel Regno Unito, è stato comprato dall’italiana Illy. Si ritiene che proprio questo brand inglese sia stato d’ispirazione per l’autore Roald Dahl per la scrittura del libro del 1964 “La fabbrica di cioccolato” (nome originale “Charlie and the Chocolate Factory“).

A partire da questo libro sono stati tratti tre film: “Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato” (“Willy Wonka & the Chocolate Factory”) di Mel Stuart del 1971, “La fabbrica di cioccolato” (“Charlie and the Chocolate Factory” di Tim Burton del 2005 (con protagonista Johnny Depp) e il lungometraggio animato “Tom & Jerry: Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato” del 2017.

La trama in breve: Willy Wonka, proprietario della più grande fabbrica di dolci al mondo, organizza un concorso speciale grazie a cui chi troverà i cinque biglietti d’oro inseriti in altrettante tavolette di cioccolato, in vendita nei negozi sparsi in tutto il mondo, potrà trascorrere un giorno nella fabbrica e riceverà una scorta a vita di cioccolato e caramelle. A trovare il biglietto sono i cinque bambini Augustus Gloop, Veruca Salt, Violetta Beauregarde, Mike Tivù e Charlie Bucket, che fanno così visita alla fabbrica, dove incontrato lo stravagante Willy Wonka e i suoi operai speciali chiamati Umpa Lumpa. Durante la visita alla fabbrica, i primi 4 bimbi finiscono preda dei loro vizi mentre Charlie, il più povero e umile del gruppo, è l’unico a uscire vittorioso dal tour e viene nominato da Willy Wonka erede della sua fabbrica.

Il valore dell’acquisizione portata a termine dal Gruppo Illy non è stato reso noto. In alcune dichiarazioni riportate dal ‘Financial Times’, Riccardo Illy, presidente del Gruppo Illy, ha detto a proposito dell’acquisto di Prestat, che va a così ad aggiungersi a Domori e Dammann Frères: «Dove Domori va dal chicco al cioccolato, Prestat passa dalla cioccolata al tartufo. È perfettamente integrato». E ancora: «Abbiamo un approccio simile filosoficamente. Entrambe le aziende stanno cercando di produrre e vendere prodotti super premium».

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti