Fare troppo sesso rende vulnerabili all'abuso di droghe

Secondo una ricerca scientifica fare troppo sesso predispone alla dipendenza e all’abuso di droghe

Fonte: Supereva.it

La vulnerabilità all’abuso di droghe può essere determinata da quanto sesso si fa. A rivelarlo è una ricerca scientifica che ha cercato di spiegare perché alcune persone sono più portate a sviluppare una dipendenza verso farmaci e droghe rispetto ad altre.

In particolare, le persone che fanno sesso molto spesso rischiano di sviluppare una tolleranza ad alcuni farmaci, mentre la loro sensibilità alle droghe è molto più alta in confronto a chi non si diverte così tanto sotto le lenzuola. Come spesso accade per gli esperimenti che coinvolgono sostanze illegali, lo studio è stato condotto in laboratorio su alcuni ratti. I risultati della ricerca sono stati pubblicati su Journal of Neuroscience, e dimostrano come, quando i ratti hanno unavita sessuale troppo attiva, i neuroni che rilasciano dopamina in una parte del cervello chiamata area ventrale tegmentale (TVA) tendono a ridursi.

Dal momento che la TVA fa parte del circuito di ricompensa del cervello, è in gran parte responsabile per la generazione di sensazioni di piacere, ciò significa che quando questi neuroni diminuiscono lo stesso avviene alle sensazioni gratificanti. Un effetto simile accade nei tossicodipendenti da oppiacei, che tramite questo meccanismo sviluppano una tolleranza nei confronti della sostanza di cui sono dipendenti. Analogamente i ratti eccessivamente promiscui mostrano un livello di tolleranza a droghe come anfetamine, richiedendone dosi sempre maggiori per soddisfare il loro bisogno.

Nel corso della ricerca gli studiosi hanno consentito ai ratti di accoppiarsi e li hanno poi costretti a rimanere in astinenza per lunghi periodi durante i quali hanno iniziato a mostrare una maggiore sensibilità nei confronti di alcune droghe e un’elevata vulnerabilità alla dipendenza.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti