Farina d'avena a colazione, usala così diventerà ancora più buona

E' considerata un vero e proprio superfood ed è molto utilizzata nella tipica colazione anglosassone: ecco un trucco per usarla al meglio

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

La farina d’avena è un cereale integrale ricco di vitamine, minerali e aminoacidi essenziali: ha molte proprietà importanti per il nostro organismo, non ultima quella di regalare energia a lungo senza picchi glicemici grazie al suo mix di carboidrati e proteine.

Per questo, ultimamente sta prendendo molto piede nei piani alimentari di chi deve stare attento al peso (ma anche di chi semplicemente ama mangiare in modo salutare) e per le sue capacità energetiche viene impiegata molto nella prima colazione.

La farina d’avena viene usata di solito per creare creme o pappe, da arricchire con altri elementi come noci, miele, frutta secca o fresca e le spezie che preferite: questo perchè l’avena di per sè non è saporita, anzi tende ad essere piuttosto neutra e quindi va mangiata con altro per diventare gustosa.

Dall’America, dove farine e fiocchi d’avena sono in uso già da molto tempo, arriva un suggerimento niente male per le vostre colazioni a base d’avena: in commercio si trovano ormai anche da noi pappe d’avena (chiamate anche porridge) liofilizzate, molto più comode in quanto vanno solo bollite e sono pronte, senza lunghe preparazioni. Il risultato finale ovviamente non ha un sapore indimenticabile e se fate questa colazione per motivi di peso o di salute non potrete nemmeno rendere il vostro porridge più gradevole con zucchero, cioccolata, panna o sciroppi vari.

Esiste però una soluzione semplice e comoda: il porridge si può preparare la sera prima, lasciandolo in un barattolo di vetro insieme al latte (che permette di ricostituirlo) e ad altri ingredienti come frutta secca o fresca, yogurt, miele o altro. Il latte serve per creare la pappa e durante la notte questo succederà da solo, senza bisogno di usare fornelli, nello stesso tempo il porridge si insaporirà per contatto con gli altri elementi: a quel punto vi basterà tirare fuori dal barattolo la vostra colazione, pronta per essere mangiata!

 

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti