'Fate: the Winx Saga', la serie è già sommersa dalle polemiche

La serie sul mondo delle Winx arriverà su Netflix il 22 gennaio, ma la scelta delle attrici non ha convinto gli utenti.

14 Dicembre 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: Netflix

Arriverà su Netflix il prossimo 22 gennaio la serie Fate: the Winx Saga. Come si evince chiaramente dal titolo si tratta di uno show sulle Winx ed è quindi, in primo luogo, un orgoglio tutto italiano. Le Winx nascono infatti dalla mente di Iginio Straffi, mentre dietro la serie targata Netflix c’è Brian Young (lo stesso di The Vampire Diaries, per capirci). La serie sarà composta da sei episodi, durante i quali vengono raccontate le avventure delle cinque fate che frequentano il collegio di magia di Oltre Mondo (Alfea).

Insomma, l’attesa è tanta eppure – ancor prima di vedere le serie – sul web sono spuntate critiche e polemiche. Il motivo? Netflix ha rilasciato da pochi giorni il trailer ufficiale di Fate: The Winx Saga, in cui è possibile gustare un assaggio di ciò che stiamo per vedere. I fan delle Winx hanno però accusato la produzione di whitewashing, in particolar modo per quanto riguarda la rappresentazione di due personaggi molto amati e molto importanti, vale a dire Musa e Flora. Musa è di origini asiatiche, Flora è di origini latine e – secondo il pubblico – le loro radici non sono state assolutamente rappresentate nella serie. I tweet circolati sul social dei cinguettii non sono stati per nulla ‘teneri’ e hanno sottolineato anche l’assenza di Tecna, personaggio a quanto pare completamente scomparso dalla serie. Insomma, per il momento sembra che il trailer abbia sollevato più malumori che felicità, ma cosa dobbiamo aspettarci – esattamente – dalla serie che arriverà a gennaio su Netflix?

Stando alla trama, tutto sarà ambientato nella scuola di Alfea, che addestra le fate nelle arti magiche da migliaia di anni. “Bloom, studentessa della scuola, è una fata diversa dalle altre – recita la sinossi – la ragazza è infatti cresciuta nel mondo degli esseri umani, e, nonostante abbia un animo gentile, dentro di sé nasconde un potere magico in grado di distruggere entrambi i mondi. Per gestirlo, Bloom deve controllare le proprie emozioni, ma la cosa si potrebbe rivelare complicata dovendo anche fare i conti con le questioni dell’adolescenza”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti