Fawaz il compagno di George Michael insiste: la polizia non mi accusa

L'artista scomparso il giorno di Natale

Fonte: Copyright (c) APCOM.

Roma, 9 gen. (askanews) – Non sembrano placarsi le polemiche sulla morte di George Michael. A tornare sull’argomento stavolta è Fadi Fawaz, compagno del defunto artista trovato morto il giorno di Natale, il quale insiste nel dire che la polizia non lo ha accusato in alcun modo della morte della pop star. Secondo alcuni media Fawaz è stato ascoltato più volte dalle forze dell’ordine poiché è stato proprio lui a ritrovare il cadavere di Michael, la mattina del 25 dicembre.

Parlando con il Daily Mail, Fawaz, che ha 40 anni, ha detto: “La polizia sta facendo un lavoro eccezionale. Sono stati di grande aiuto. Hanno fatto quello che si fa normalmente quando qualcuno muore. Non mi hanno mai accusato, mai. Sono stati invece di supporto”. “Eravamo molto innamorati, sempre insieme. Perché sarei stato lì se non fossimo stati una coppia? Ero lì l’ultimo giorno della sua vita. C’ero”, ha continuato l’uomo. La scomparsa di Michael è considerata dalla polizia come ‘non sospetta’, ma comunque si sta indagando per capire la dinamica dei fatti.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti