Quando Fedez bestemmiava su Twitter

I social danno, i social tolgono. Vi ricordate Fedez nel 2011? No? Il cantante non era ancora famoso ed era libero di bestemmiare in libertà

C’era un tempo in cui Fedez non era così famoso e poteva scrivere nell’internet quello che gli pareva. Ma oggi non è più così.

Oggi lo conosciamo come uno dei più stimati artisti italiani: bravo, talentuoso, educato, colto, sempre con la risposta pronta e molto a modo nonostante l’apparenza da bad boy causata dai tatuaggi. Stiamo parlando di Fedez, marito di Chiara Ferragni e padre amorevole del piccolo Leone, il bimbo più social del web. Oggi Fedez è un personaggio pubblico, sta sempre sotto i riflettori e ogni cosa che fa è sempre sotto attenzione. Non solo perché è famoso, ma anche perché il rapper testimonia ogni secondo della sua vita su tutti i social possibili e immaginabili. La popolarità di Fedez è dovuta sì alla sua bravura come artista, ma anche al fatto che ha saputo vendere molto bene la sua vita al grande pubblico. Che la segue nemmeno fosse il Grande Fratello.

Se i social hanno fatto parte della fortuna di Fedez, possono però essere un po’ anche la sua sfortuna. Dopo la diretta Instagram in cui il cantante e Chiara Ferragni si tiravano il cibo al Carrefour completamente a caso, adesso forse stanno per arrivare altri guai per Fedez. Nel 2011, quando non era ancora famoso, aveva fatto qualche tweet in cui non si faceva problemi a bestemmiare. Il 2011 è l’anno che ha visto Fedez sfornare il suo primo disco autoprodotto, “Penisola che non c’è”. Nonostante il suo nome stesse quindi circolando all’interno della scena musicale, non era ancora popolare come oggi. Bisognerà infatti aspettare il 2013 perché Fedez facesse il boom con “Il mio primo disco da venduto”.

Eppure secondo noi a Fedez non importerà molto che si è scoperto che nel 2011 bestemmiava su Twitter. Il cantante non ha mai detto di essere religioso, anzi. Quando si è parlato del battesimo del piccolo Leone, ha detto chiaramente che questa cosa non sarebbe mai avvenuta. «Siamo atei», ha spiegato a chi chiedeva quando ci sarebbe stato il lieto evento. «Battezzeremo Leone il 30 febbraio, ovvero mai». Insomma, forse questa cosa potrà causa a Fedez qualche imbarazzo per una questione di educazione, ma è probabile che non ci perda il sonno.

Quando Fedez bestemmiava su Twitter

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti