Findom, la nuova frontiera del sesso che coinvolge le tue finanze

Una forma di dominazione che di sessuale ha ben poco visto che non è previsto alcun contatto tra le due parti

10 Novembre 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: 123rf

Quando si parla di sesso ci sono davvero pochi limiti per la mente umana. Addirittura c’è una nuova frontiera che di sessuale ha ben poco, dal momento che non è previsto contatto tra le due parti. Che cos’è? Stiamo parlando del “findom“, che altro non è che una dominazione finanziaria che assume i contorni di una pratica feticista e sadomasochista.

La Stampa riprende invece un’altra definizione secondo cui si tratta di “uno scambio di potere che implica un trasferimento di denaro da un sub a una Domme come atto di sottomissione finale“. Il sub è il subalterno, ovvero lo schiavo, detto anche “Pay pig (paga maiale)”. La Domme invece è la dominatrice.

Come riporta Liberoquotidiano.it tra i “servizi” che la Domme offre ci sono il controllo del conto in banca e il suo progressivo prosciugamento attraverso inviti all’acquisto o richieste di regali. Il tutto avviene per messaggio, mail o direttamente con delle videochiamate a pagamento. Come detto prima, quindi, il findom non prevede alcun contatto fisico.

Godevo dell’umiliazione di farmi svuotare il conto da principesse sadiche che si divertivano a sfruttare pervertiti come me”, ha fatto sapere un uomo a Vice. Si tratterebbe di un uomo ricco e sposato che – dopo aver provato il sesso in webcam con professioniste pagate – si è annoiato e ha deciso di cercare altro, godendo all’idea di farsi impoverire. De gustibus, insomma.

Il New York Times, invece, ha provato a sentire l’altra parte. E così conosciamo il punto di vista di Mistress Marley, dominatrice professionista di 27 anni, originaria di Harlem e attualmente domiciliata in Messico. La giovane ha spiegato che per lei il findom è un risarcimento per gli anni di schiavitù cui gli afroamericani sono stati costretti, “dal momento che quasi tutti i miei clienti sono bianchi”. Una rivalsa sulla storia quindi: ci crediamo?

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti