È certo che la fine di Game of Thrones sarà un inno alle donne

È ormai chiaro che in “Game of Thrones” gli uomini saranno lasciati da parte: a determinare le sorti di Westeros saranno le donne

Il 2019 è l’anno che vedrà la nuova e purtroppo ultima stagione di “Game of Thrones”. Una serie che ha dato molto risalto alle figure femminili.

“Game of Thrones” sta per terminare. La guerra tra il genere umano e l’esercito del Re della Notte sta per esplodere e non sappiamo cosa potrebbe accedere dato che Cersei Lannister ha deciso di mettersi di traverso e attaccare comunque Daenerys Targaryen. Dal canto suo, Jamie ha per una volta nella vita deciso di non dare manforte alla gemella/amante. E la prossima serie di “Game of Thrones” promette di essere davvero spettacolare. Ma c’è una cosa che tutti hanno notato e che ha caratterizzato il telefilm, soprattutto nelle ultime stagioni: la forte connotazione femminile dello show. Sono le donne a essere le regine della scacchiera: i re non ci sono più, o sono solo una spalla per loro. Contano molto poco e non hanno granché rilevanza al fine del destino dei Sette Regni. Certo, personaggi come Jon Snow, Tyrion Lannister e Varys sono stati fondamentali ai fini della storia. E nessuno di noi si scorderà mai Oberyn Martell e la sua dipartita gloriosa che ci ha portato molta sofferenza. Ma se uno di questi tre maschietti dovesse perire, si tirerebbe comunque avanti a campare. Se dovessero morire Cersei o Daenerys, si avrebbe invece il game over.

È chiaro, anche dai primi poster di “Game of Thrones” diffusi dalla HBO, che l’ultima stagione riguarderà lo scontro tra le due regine. Cersei, crudele e pronta a tutto pur di rivendicare la sua legittimità a sedere sul Trono di Spade, e Daenerys, decisa a non fermarsi fino a che non saranno di nuovo i draghi a dominare i Sette Regni. La settima stagione di “Game of Thrones” sarà incentrata su queste due personalità. Alla fine o Cersei o Daenerys siederanno sul Trono di Spade. Non Jamie, non Jon Snow. Per come sta andando la storia in questo momento loro sono una spalla alle loro regine, ma non la colonna portante. Numerosi attori e attrici, tra cui Sibel Kekilli, hanno dichiarato di non avere dubbi sulla fine al femminile della serie. E bisogna ancora considerare il ruolo di Arya e Sansa Stark, quello di Melisandre, di Brienne e Yara Greyjoy. Non ci vuole molto a capire che chi determinerà l’epilogo di “Game of Thrones” saranno le donne. E nessun altro.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti