0, 0, 1, 0, 0, 0, 0 trend

Frullati, se li prepari così possono aiutarti a perdere peso

I frullati possono essere un valido aiuto per tornare in forma, ma occhio a non commettere questi 5 errori comuni

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Quando ci mettiamo a dieta, la prima cosa da fare è introdurre nel nostro organismo più frutta e verdura: oltre a consumarle direttamente, possiamo preparare dei gustosissimi frullati da portare in giro o bere subito dopo la palestra, ma gli esperti raccomandano di fare molta attenzione o si rischia di vanificare tutti gli sforzi (state lontani da questi cibi, sembrano light ma non lo sono affatto).

Rispetto ai comuni succhi di frutta, i frullati contengono una più elevata concentrazione di fibre, dunque sono certamente più sani, ma occhio a non esagerare con le calorie. Molto dipende dalla consistenza dello smoothie che realizziamo: se risulta troppo liquida, la conseguenza principale è che poco dopo sentiremo il bisogno di prenderne un altro, al contrario quando il frullato è molto denso, il nostro cervello percepisce con più facilità il senso di sazietà.

Gli esperti suggeriscono inoltre di non frullare solo la frutta o verdura, ma di aggiungere una parte di acqua oppure di latte così che i livelli di zuccheri nel sangue verranno tenuti più sotto controllo.

Al fine di perdere peso grazie ai frullati è bene aggiungere delle proteine o dei grassi sani che ritardano la digestione (una dieta povera di grassi non fa dimagrire, ecco perché) protraendo il senso di pienezza: ovviamente uno smoothie troppo liquido non vi sazierà facilmente. Ciò è supportato dai dati raccolti da uno studio del febbraio 2015 apparso sulla rivista Nutrition dove i ricercatori hanno scoperto che le donne che consumavano una colazione ricca di proteine ​​si sentivano più piene e mangiavano meno all’ora di pranzo.

Un esempio? Nel frullato potete inserire dello yogurt greco, una manciata di noci oppure 1/3 di avocado: così facendo, manterremo in equilibrio i diversi apporti nutrizionali.

Ricordiamo poi che, grazie agli zuccheri naturali presenti nella frutta, non c’è alcun bisogno di rendere il frullato ancor più dolce aggiungendo miele o altro zucchero e infine attenti a non berlo durante i pasti. Questo errore, infatti, porta ad assumere una quantità di calorie eccessive (ecco come contarle per dimagrire più facilmente) rispetto al fabbisogno: basta dunque sostituire la colazione o uno spuntino con il frullato dietetico per non correre questo inutile rischio!

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti