Frutta e verdura: ecco la quantità ideale di porzioni giornaliere

Uno studio sostiene che il consumo quotidiano di frutta e verdura riduca il rischio di malattie croniche che portano alla morte

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Tutti sanno molto bene che frutta e verdura sono essenziali per la salute dell’organismo. Il merito è delle vitamine, dei minerali e delle numerose sostanze che contengono e che svolgono una miriade di azioni benefiche sul nostro corpo. Va da sé, quindi, che dovrebbero essere sempre ben presenti nella dieta di chiunque, anche perché un recente studio condotto dall’Università di Harvard ha evidenziato che un numero preciso di porzioni di frutta e verdura al giorno riduce il rischio di malattie croniche che portano alla morte.

La ricerca in questione è apparsa sulla rivista Circulation dell’American Heart Association, e ha analizzato dati che riguardano 2 milioni di persone adulte in tutto il mondo. La conclusione a cui gli studiosi sono arrivati è che dovremmo consumare cinque porzioni al giorno di frutta e verdura per poter vivere più a lungo. Ahinoi, però, solo un adulto su 10 assume la dose giusta di frutta e verdura.

Scendendo più nel dettaglio, i ricercatori hanno stabilito quella che potremmo chiamare la formula della longevità. Essa consta di 2 porzioni di frutta e 3 di verdura ogni giorno. Così facendo, i partecipanti allo studio hanno sviluppato un rischio di morte per tutte le cause inferiore del 13%, un rischio inferiore del 12% di morte per malattie cardiovascolari, comprese malattie cardiache e ictus, un rischio inferiore del 10% di morte per cancro e un rischio inferiore del 35% di morte per malattie respiratorie, come la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO).

Ma attenzione: non tutti i tipi di frutta e verdura garantiscono gli stessi benefici. Ad esempio le verdure amidacee, come i piselli e il mais, piuttosto che i succhi di frutta e le patate non sono associati a un rischio ridotto di morte per tutte le cause o per malattie croniche specifiche. Vanno benissimo invece le verdure a foglia verde, come spinaci, lattuga e cavolo, e frutta e verdura ricche di beta carotene e vitamina C, come agrumi, bacche e carote: tutti alimenti che apportano grandiosi benefici all’organismo.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti