I fuochi d’artificio silenziosi per non spaventare gli animali

Stop al terrore vissuto dagli animali domestici e selvatici. Il silenzioso Canada Day sia d’esempio.

Dal Canada arrivano i fuochi d’artificio del tutto silenziosi. Addio dunque al frastuono dei classici giochi pirotecnici, per il bene di cani, gatti e non solo.

É ormai quasi impensabile concludere qualsiasi festeggiamento senza i fuochi d’artificio. Questi sono quasi entrati a far parte della nostra quotidianità, andando a suggellare ogni sorta di ricorrenza, dai compleanni ai matrimoni, passando per concerti ed eventi religiosi.

Una gioia per gli occhi di chi, entusiasta, prende parte alla festa, quasi esclusivamente un fastidio per chiunque abiti nelle vicinanze del grande evento. Il frastuono disturba tutti i vicini, soprattutto se il via alla coreografia viene dato in tarda serata. Le maggiori rimostranze però giungono dai proprietari di animali domestici.

Che si tratti di cani, gatti o altri tipi di animali da compagnia, quello dei fuochi d’artificio è un vero e proprio trauma. Le reazioni sono le più disparate ma tutte di assoluto terrore. È spesso impossibile avvicinarsi all’animale in evidente stato d’agitazione. Questi infatti continuerà a spostarsi, confuso e spaventato, in giro per casa, in attesa che tutto finisca.

Nel corso degli anni sono state moltissime le segnalazioni di morti, soprattutto in occasione dei tradizionali fuochi d’artificio di fine anno. Svariati comuni li hanno vietati ma diventa impossibile effettuare un controllo di massa sull’intero territorio. Una soluzione però giunge dal Canada e, anche se farà storcere il naso ai tradizionalisti, potrebbe rappresentare un ottimo terreno d’incontro tra favorevoli e contrari all’abuso di fuochi d’artificio.

Si tratta di fuochi d’artificio silenziosi, che offrono uno spettacolo magnifico in cielo, senza per questo generare fragorose esplosioni. Per festeggiare il Canada Day, lo scorso 1° luglio, Corrie Di Manno, vicesindaco di Banff, ha approvato tali fuochi d’artificio, al fine di ridurre al minimo l’impatto sulla fauna.

In Italia in molti avrebbero da ridire, considerando l’esplosione parte del divertimento. Il Governo dovrebbe però prendere in considerazione l’idea di bandire i fuochi d’artificio rumorosi, così come fatto con quelli illegali, cui ogni anno si dà la caccia: “Chiunque abbia un cane o un gatto sa bene cosa possano significare per loro questi rumori assordati. – ha dichiarato Reg Bunyan, vicepresidente dei naturalisti della Bow Valley – Gli animali sono terrorizzati e scappano, pur essendo nella loro casa. Immaginate cosa tutto questo possa voler dire sugli animali selvatici”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti