Gatto arriva in condizioni raccapriccianti dal veterinario. Adesso è così

Un gatto è arrivato dal veterinario in condizioni raccapriccianti, ma sono bastate un paio di forbici per trasformarlo

Fonte: Facebook

Un gatto con così tanti rasta da non riuscire a muoversi. Questa è la scena che si sono trovati davanti gli operatori di Animal Rescue League Shelter& Wildlife Center che si sono visti portare nel loro centro un gatto in condizioni critiche. L’animale soffriva di una grave malattia del pelo e non era stato mai curato, per questo sul suo corpo il pelo era cresciuto in modo eccessivo, formando nodi e dread che impedivano al gatto persino di muoversi. Il micio apparteneva ad un anziano che non si era mai preso cura di lui. Quando è morto, il gatto, ormai rimasto senza padrone, è stato consegnato agli operatori di Animal Rescue, che hanno tentato in tutti i modi di salvarlo. L’animale è stato curato e sottoposto ad una lunga toelettatura. Il pelo in eccesso, che gli impediva di muoversi e di mangiare, è stato tagliato e il gatto è tornato ad essere per la prima volta dopo tanti anni “normale”.

Gatto arriva in condizioni raccapriccianti dal veterinario. Adesso è così
Fonte: Facebook

La storia del micio sfortunato è stata raccontata sui social, dove l’associazione che l’ha salvato ha condiviso le foto del “prima” e del “dopo”, mostrando l’enorme cambiamento fatto dal gatto. Nella didascalia delle foto si legge: “Questo povero gatto è stato portato nella nostra clinica ieri dopo che il suo anziano proprietario è deceduto – ha spiegato un volontario dell’associazione animalista -. Soffriva di una grave malattia che è stata trascurata per anni. La nostra equipe medica ha rasato i chili di intrecciate di peli sul suo corpo. Inutile dire che questo gatto si sente molto meglio ora!. Fortunatamente il gatto ora sta bene e presto sarà adottato da una famiglia che si prenderà cura di lui. “Ora sarà curato da un lontano parente del suo precedente proprietario e finalmente avrà la possibilità di avere una vita felice e in salute. Ricordate di controllare non solo gli anziani nella vostra comunità, ma anche i loro animali per evitare che casi come questo si ripetano in futuro”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti