D'Alessio si difende: "Made in Sud chiude, non cacciano via me"

Il cantante ha deciso di chiarire, dopo le indiscrezioni trapelate in merito alla sua partecipazione al programma in onda su Rai Due

Fonte: Instagram

Gigi D’Alessio non ci sta. “Io vorrei solo chiarire un po’ di cose, altrimenti sembra che ogni cosa sia colpa mia. Sono stato chiamato dalla Rai perché il programma lo stavano chiudendo, questo è l’ultimo anno di contratto. Io onestamente dissi non sono comico o presentatore, ho detto che avrei potuto solo cantare e invitare degli ospiti e cercare di diversificare. Mi hanno dato carta bianca, ma io sono un semplice marinaio che si è aggiunto alla ciurma. Non posso essere accusato di un flop io che faccio 10 minuti in un programma di tre ore. E poi io non credo sia un flop, basti pensare alla controprogrammazione fortissima che abbiamo avuto”.

il cantante ha voluto chiarire quanto trapelato nei giorni scorsi in merito alla sua partecipazione al programma di Rai Due, durante la Radiazza di Gianni Simioli. “Premesso che questo è l’ultimo anno di Made in Sud, non so cosa accadrà l’anno prossimo. Io non ho mandato via nessuno, la Rai mi ha chiamato e mi ha detto ‘ci dai una mano?’.

Simeoli ha voluto spiegare che nell’ambiente si sapeva che questo sarebbe stato l’ultimo anno del programma comico “perché ogni cosa ha un ciclo vitale. D’Alessio si è preso la patata bollentissima di accettare un programma che era in fase calante, lui si è buttato. La Rai aveva bisogno di un personaggio fortemente conosciuto al Nord come Gigi“.

Gigi ha desiderato precisare inoltre che questa esperienza ha rappresentato per lui una parentesi importante, nel suo percorso artistico: “Se tornassi indietro lo farei di nuovo. Sono contento di aver partecipato a Made in Sud, adesso abbiamo le ultime tre puntate, abbiamo fatto dei bei momenti musicali, abbiamo ricordato Totò, la strage di Capaci. Uno si è messo in gioco, per fortuna il pubblico sta dalla mia parte, perché davanti alla Reggia di Caserta c’erano 300mila persone a cantare con me. Alla fine il pubblico è intelligente per capire che su di me scrivono molte stronz…”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti