Giretto d’Italia, la gara urbana per la mobilità sostenibile

Partita il 16 settembre, l’edizione 2021 coinvolge ventinove città per promuovere l’uso della due ruote e di mezzi di micromobilità elettrica.

20 Settembre 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Riparte l’iniziativa ‘Giretto d’Italia – bike to work’, la gara urbana che promuove la mobilità sostenibile negli spostamenti in città. Arrivato alla sua undicesima edizione, il progetto promosso da Legambiente, CNH Industrial, Euromobility e VeloLove coinvolge ventinove centri urbani da Nord a Sud del Paese. L’obiettivo è quello di sensibilizzare a un sempre maggior uso della bicicletta e di altri mezzi di micromobilità elettrica negli spostamenti casa-lavoro e casa-scuola.

Nell stesso tempo, il progetto vuole incentivare anche il lavoro agile sulla base del principio che ogni lavoratore in smart working rappresenta uno spostamento in meno nel tessuto urbano. L’impegno nasce soprattutto di fronte ai dati italiani che vedono i cittadini al volante della propria automobile anche per tratte molto brevi. Ovviamente, per modificare le abitudini della società serve uno sforzo collettivo.

“Misure e strumenti, quelli relativi alla mobilità ciclopedonale e micromobilità, da rafforzare ulteriormente e da mettere a sistema”, afferma Giorgio Zampetti, direttore generale di Legambiente. “A cominciare dalle scuole, la cui ripartenza in questi giorni rappresenta un importante banco di prova per lo sviluppo di un cambiamento nella cultura degli spostamenti, che richiede una maggiore centralità del ruolo dei mobility manager scolastici e l’implementazione di nuovi percorsi ciclopedonali anche nel tragitto casa-scuola”.

Ogni comune che ha aderito al ‘Giretto d’Italia 2021’ ha messo in campo proposte di varia natura, da come bonus e biglietti omaggio per studenti e lavoratori che utilizzeranno mezzi di mobilità sostenibile. E anche i cittadini possono fare la propria parte scegliendo di recarsi a scuola o sul posto di lavoro in bicicletta, monopattino, motorino elettrico, monowheel, e-bike, hoverboard o segway, passando per uno dei check-point predisposti nelle città che aderiscono.

‘Giretto d’Italia’ rientra nel progetto della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile 2021 e vede schierati quest’anno ben cinque capoluoghi  (Torino, Milano, Bologna, Roma e Napoli) per città più pulite.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti