Giustifica l'assenza dal lavoro affermando di essere un dio

Un ingegnere che vive in India ha risposto ai suoi datori di lavoro che lo accusano di non lavorare, affermando di essere la reincarnazione di un dio

Si è assentato per diversi mesi dal lavoro e ha giustificato il fatto affermando di essere un dio. La storia, che ha dell’incredibile, arriva dall’India, dove Rameshchandra Fefar afferma di essere la reincarnazione del dio Vishnu.

L’uomo è stato richiamato dai datori di lavoro a causa delle continue assenze. Negli ultimi otto mesi infatti si è presentato in ufficio solamente sedici volte, mentre per il resto del tempo è rimasto a casa, percependo comunque lo stipendio.

La SSPA, l’azienda in India per cui lavora, gli ha chiesto di tornare in ufficio, ma lui ha risposto con una lettera che ha scatenato l’ironia del web. “Sono la decima incarnazione di Vishnu, conosciuta come Kalki – ha spiegato -. Sto facendo penitenza a casa entrando nella quinta dimensione per cambiare la coscienza globale. Questo lavoro non posso farlo in ufficio; quindi non posso essere fisicamente presente in ufficio”.

Quando la società ha risposto, affermando che non accettava una simile spiegazione, l’ingegnere si è arrabbiato. “Anche se non mi credete – ha detto -, sono davvero la decima incarnazione di Visnu e lo dimostrerò”. Ora l’uomo rischia il suo posto di lavoro, ma, a quanto pare, non ha paura delle conseguenze che lo aspettano.

“Se la Dea Jagdamba vuole, posso prendere la decisione di scegliere il pensionamento – ha svelato in un’intervista -. Altrimenti, se questo non dovesse essere possibile, mi dimetterò immediatamente. Il lavoro non è importante; il mio ruolo è un altro!”.

A quanto pare Rameshachandra è davvero convinto di essere la reincarnazione del dio dalla pelle blu e quattro braccia. Tutto è iniziato negli anni Novanta quando, come ha raccontato l’uomo, ebbe un’esperienza divina, percependo l’anima che si staccava dal corpo.

Poco dopo gli fu predetto che sarebbe diventato il leader degli uomini e nel 2010 ebbe di nuovo un’esperienza extrasensoriale. Nel 2014, finalmente pronto per rivestire il suo ruolo, annunciò alla famiglia di essere la reincarnazione di Vishnu e decise di non andare più a lavorare.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti