Gli alieni ci osservano già da molto tempo?

Gli alieni osservano da tempo la vita sulla Terra? Alcune interessanti ipotesi a riguardo arrivano dallo studio degli "oggetti co-orbitali"

10 Novembre 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: 123RF

L’idea che gli alieni osservino da tempo la vita sulla Terra, la sua natura e la sua evoluzione non è affatto nuova. Anzi, è da qualche tempo che circola una curiosa ipotesi, secondo la quale forme di vita intelligenti extra-terrestri abbiano trovato un modo tutto loro per studiarci meglio.

Secondo una ricerca del 2019 firmata da James Benford del SETI (Istituto di Ricerca dell’Intelligenza Extra-terrestre), gli alieni potrebbero aver messo a punto un ottimo sistema per sbirciare sul pianeta Terra, tramite una sorta di radar planetario. L’articolo si intitola Looking for Lurkers: Co-orbiters as SETI Observables ed è stato pubblicato sul The Astronomical Journal.

Secondo Benford, alcune unità nascoste potrebbero trasferire informazioni vitali ad eventuali civiltà aliene, monitorando la Terra e l’intera umanità con i cosiddetti oggetti co-orbitali. Si tratta di oggetti spaziali che per la loro prossimità al nostro pianeta potrebbero rappresentare un punto di osservazione privilegiato.

Da questo punto di vista, dice la ricerca, l’oggetto più interessante è l’asteroide 2016 HO3. Si tratta di un piccolo NEO (Near-Earth Object), che misura meno di 100 metri di estensione. La sua orbita è davvero particolare, in quanto gira intorno alla Terra come un “quasi satellite”. Tuttavia, nonostante questa sua caratteristica, non è legato gravitazionalmente al nostro pianeta. In poche parole, pur girando intorno alla Terra, non è collegato alla sua orbita.

La stessa provenienza di 2016 HO3 è completamente sconosciuta e la sua distanza (da 38 a 100 volte più lontano della Luna) garantisce comunque la non sussistenza di alcun pericolo per il nostro pianeta. Una volta l’anno, ad ottobre, la sua distanza dalla Terra si assottiglia al massimo, avvalorando la teoria che si tratti del periodo migliore affinché eventuali civiltà aliene compiano le loro osservazioni.

Difficile ovviamente provare la teoria quanto meno bizzarra che si tratti dunque del luogo dal quale gli extraterrestri ci stanno studiando. Ma, per lo meno, possiamo immaginare che eventuali alieni sappiano già quel tanto di noi che basta loro per tenersi lontani dalla Terra!

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti