Grillo: sono vicino a Raggi (e valuta querela al "Corriere della Sera")

"Io infuriato con lei è un falso"

Fonte: Copyright (c) APCOM.

Roma, 26 gen. (askanews) – “Virginia Raggi ha adempiuto ai doveri indicati dal nostro codice etico (da poco elogiato pubblicamente da Nino Di Matteo) informando tempestivamente il movimento e i cittadini dell’invito a comparire che ha ricevuto l’altro giorno.
Lei è serena e io non posso che esserle vicino in un momento che umanamente capisco essere molto difficile”. Lo scrive Beppe Grillo, leader M5S, sul suo blog smentendo la ricostruzione del Corriere della Sera che raccontava di una telefonata furiosa con la prima cittadina della Capitale indagata per falso e abuso d’ufficio.

“I giornalisti del Corriere della Sera – prosegue – sono molto male informati o volutamente disinformati. La ricostruzione della telefonata pubblicata oggi è totalmente falsa, nonché ridicola.
Altro che post verità, siamo arrivati alla fantanotizia, alla fake news come sistema. Mi dispiace per i lettori di questo giornale, che continuano a spendere soldi per ricevere notizie finte e inventate. Che senso ha spendere soldi per essere presi in giro? Valuterò con i miei avvocati l’ipotesi di una querela e pretendo un’immediata rettifica via web”.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti