Hamsik, il segreto è l'astinenza

Lo slovacco ha ammesso di avere cambiato vita per migliorare il proprio rendimento in campo.

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: Getty Images

Ci sono due categorie di persone che sono informate sui fatti. Ovvero tutti i tifosi del Napoli e tutti quei fanta-allenatori che in questi ultimi anni hanno speso fior fior di soldi per strappare agli amici, in sede d’asta di fantacalcio, Marek Hamsik.

Dicevamo: queste due categorie di persone sanno bene come il rendimento dello slovacco negli ultimi anni sia stato altalenante, con partite da 8 in pagella in cui gli riusciva tutto alternate a partite da 4, senza che il nostro prode con la cresta ne imbroccasse una.

Tuttavia quest’anno – ma già dalla scorsa stagione, a dire la verità – Hamsik sta garantendo un rendimento molto più costante e livellato verso l’alto. Le partite ‘steccate’ ormai sono pochissime e la classe di ‘Marekiaro’, che spicca ancora di più dopo l’addio dell’eclissante Gonzalo Higuain, sgorga limpida ogni domenica.

A cosa è dovuto questo cambiamento radicale con annesso miglioramento? A fornire una risposta credibile ci ha pensato lo stesso 29enne direttamente dal ritiro della nazionale slovacca – che in questa sosta affronterà la Lituania (qualificazioni ai Mondiali 2018) e Austria (amichevole) -: “Ho smesso di bere la Coca-Cola, adesso mangio soltanto verdure e cose del genere, cibi leggeri”.

Meno zuccheri e meno cibo spazzatura, dunque.

L’occasione si è rivelata propizia anche per rivolgersi ai tifosi del Napoli e aggiornarli sulle proprie condizioni, dopo la sostituzione contro la Lazio: “Sto bene e con la Lituania giocherò. Con la Lazio ho chiesto il cambio perché mi sentivo affaticato e non volevo rischiare”.

Parole al miele per due compagni di squadra, polacchi, giunti quest’anno ai piedi del Vesuvio: Milik ci manca, dopo l’addio di Higuain tutti si aspettavano un grande colpo e la scelta di De Laurentiis s’è rivelata giusta. Zielinski? E’ già un giocatore di classe e può diventare un grande”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti