Hanno appena scoperto un pianeta che non dovrebbe esistere

È così grande che è 11 volte più massiccio di Giove

10 Dicembre 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: 123rf

È stato appena scoperto un enorme e strano pianeta in orbita attorno a due stelle luminose nel cielo australe. b Centauri è un sistema di stelle doppie che si trova a 325 anni luce dalla Terra. Il pianeta gigante gassoso appena scoperto è 11 volte più massiccio di Giove, con una vasta orbita 100 volte più ampia di quella di Giove e, stranamente, molto probabilmente si è formato lì.

Gli astronomi che hanno scoperto il pianeta dettagliano le loro scoperte in uno studio pubblicato sulla rivista Nature. Come riporta il sito Inverse.com Markus Jonson e il suo team stavano utilizzando l’imager per esopianeti SPHERE sul Very Large Telescope dell’Osservatorio europeo meridionale a Paranal, in Cile, per osservare il sistema stellare.

“Ho iniziato a parlare con la mente vuota”, dice Jonson a Inverse. “Ho pensato che potrebbero non esserci pianeti intorno alle stelle, il che sarebbe interessante, ma potrebbero anche esserci potenzialmente molti pianeti intorno a loro, il che sarebbe ancora più interessante”.

Il team non solo è stato sorpreso di trovare un pianeta così presto nella sua indagine, che ha avuto luogo tra marzo 2019 e aprile 2021, ma le sue caratteristiche si sono rivelate ancora più sorprendenti.

Il sistema b Centauri è composto da due stelle — b Centauri A e b Centauri B. Insieme, pesano da sei a dieci volte la massa del Sole. La nuova scoperta cambia ciò che sappiamo sulla formazione planetaria.

Il pianeta, che hanno soprannominato b Cen (AB)b, ha 11 volte la massa di Giove, il pianeta più grande del Sistema Solare. Il rapporto tra la massa dell’esopianeta appena scoperto e le sue stelle è equivalente al rapporto tra la massa di Giove e il Sole. Orbita attorno al centro di massa condiviso da entrambe le stelle a 560 volte la distanza tra la Terra e il Sole. Questa orbita lo rende 100 volte più espansivo di quello di Giove. Conosciamo solo pochi oggetti del Sistema Solare che orbitano così lontano dal Sole.

“Tutto è strano in un certo senso”, dice Jonson. Una cosa che non è strana, però, è il suo passato. L’orbita del pianeta è relativamente circolare. La maggior parte dei pianeti orbitano attorno alla loro stella in un’orbita ellittica, che potrebbe essere stata causata dall’essere sballottati dagli asteroidi in arrivo o da altre rocce spaziali che hanno colpito i pianeti durante la loro storia antica.

“Questo forse non ha avuto un passato così violento, forse ha avuto un passato piuttosto tranquillo”, dice Jonson. “Quindi forse si è formato abbastanza vicino a dove è stato scoperto oggi”.

Prima di questa recente scoperta, gli scienziati credevano che i pianeti giganti gassosi non si formassero attorno a stelle di queste dimensioni. La scoperta suggerisce anche che forse i pianeti potrebbero formarsi in un periodo più breve.

TAG:

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti