1, 0, 0, 0, 0, 0, 0 trend

Harry Potter è impazzito nel ripostiglio e si è immaginato tutto. La teoria dei fan

E se tutta la storia del maghetto fosse il frutto dell'immaginazione di Harry. Questa è l'ultima teoria dei fan su questo magico personaggio

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Si sa che i fan amano speculare sulle loro serie preferite, crearne fan fiction e fan art. Ma quello che li diverte di più è creare strane teorie su significati nascosti dietro gli eventi e le storie. Se poi la serie in questione è Harry Potter la cosa può sfuggire di mano. Sì, perché il piccolo maghetto inglese ha uno dei fandom più grandi di tutti i tempi, quindi è facile che si creino innumerevoli teorie su quello che voleva scrivere l’autrice.

J.K. Rowling ormai ci ha fatto il callo, e a volte ha anche confermato le azzardate versioni dei fan. Ma alcune vanno proprio fuori controllo. Ultimamente ad esempio è spuntata una folle teoria secondo cui tutto il mondo magico di Harry Potter, Hogwarst, il Ministero della Magia, Azkaban e anche tutte le creature magiche, sarebbero solo una fantasiosa invenzione della mente malata e troppo attiva di un bambino maltrattato dai genitori.

Il mondo della magia non esiste

Harry secondo questa teoria, sarebbe effettivamente figlio dei Dursley e fratello di Dudley quindi. Maltrattato dai genitori e chiuso nel sottoscala avrebbe iniziato a rifugiarsi nel suo mondo di magia, per fuggire dalla sua realtà, troppo triste da sopportare per un bambino. Ogni evento a lui capitato sarebbe quindi corrispondente ad un evento reale trasformato da Harry in qualcosa di più eccitante.

Ad esempio, secondo la teoria, quando a Dudley spunta una coda da maiale, in realtà ha subito un grave incidente a causa di Harry. In seguito a questo viene mandato a una scuola “speciale” Hogwarst, che in realtà sarebbe un istituto psichiatrico. Anche il fatto che i Dursley si vergognano di lui sarebbe da imputare al fatto che il ragazzino è folle. Arrivato alla scuola di magia la situazione non migliora: tutto, a partire dalle scale che si muovono senza motivo, è assimilabile alla fantasia di un folle.

Il commento dell’autrice

Una prova molto concreta di questa teoria può essere trovata nei primissimi capitoli della saga. Harry è appunto maltrattato dai suoi zii e rinchiuso tutto il tempo nel sottoscala, non si sa bene per che motivo. Leggeva sempre gli stessi libri e aveva dato un nome a un ragno, che chiamava Allistor a cui parlava. Inoltre raccoglieva i soldatini rotti di Dudley dalla spazzatura e parlava anche con loro. Quindi quando iniziano ad apparire le lettere, e poi arriva Hagrid per un attimo tutti potevano pensare fosse un’invenzione di Harry.

L’autrice, sottoposta a questa teoria fuori dal normale ha risposto: “Credo che sia un’opinione favolosa, e che spieghi meravigliosamente la verità dei libri. Ho sentito suggerirmi più volte che in realtà Harry è impazzito nel sottoscala e tutto quello che è successo dopo è una sorta di vita immaginaria che ha sviluppato per salvarsi”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti