Higuain zittisce le critiche e batte subito un record

Quello che ha fatto all'esordio con la maglia della Juventus sta facendo il giro del web

Subito il marchio di Higuain sulla nuova Juve di Allegri. Al Pipita bastano 8′ dal suo ingresso in campo per lasciare il segno e trascinare alla vittoria i bianconeri, che superano per 2-1 la Fiorentina all’esordio allo Stadium. A segno per i campioni d’Italia anche Khedira, momentaneo pari viola di Kalinic.

Higuain, mai in gol alla prima di campionato nei suoi anni napoletani, ha così risposto alle critiche arrivate dopo le prime uscite in cui era sembrato fuori forma.

Juve dominante nel primo tempo. La squadra di Allegri impone un ritmo molto alto, e crea occasioni con Khedira, Dani Alves (subito a suo agio allo Stadium), Asamoah e Dybala. La costanza dei campioni d’Italia viene premiata al 37′: il cross di Chiellini dalla sinistra trova l’inserimento perfetto di Khedira, che con una incornata batte Tatarusanu. Dopo il vantaggio la Juve cerca il colpo del ko ma spreca sia con Alex Sandro, sia con Dybala.

Ripresa, la partita è certamente più equilibrata con la Fiorentina che pressa alto, la Juve gestisce ma non riesce più ad affondare i colpi come nel primo tempo. Al 66′ dentro Higuain, all’esordio in bianconero, per Mandzukic, ma al 71′ Kalinic gela gli spalti: il croato sovrasta Alex Sandro e trafigge Buffon di testa.

Il pareggio dura appena quattro minuti: al 75′ Higuain si avventa come un falco su una palla vagante nell’area di rigore viola, e realizza la sua prima rete ufficiale in maglia bianconera, facendo esplodere di gioia lo Stadium. Il Pipita, esaltato dal gol, sfiora il tris al 79′, ma manca di un soffio un cross di Khedira dalla destra.

L’ultima mossa di Sousa, dentro Giuseppe Rossi per Ilicic, non dà i suoi frutti: la Juve, nonostante il netto calo fisico,  non si fa più cogliere impreparata e conquista i primi tre punti del campionato.

Gonzalo Higuain, a segno dopo appena 8′ nella sua gara d’esordio alla Juventus, commenta così la serata felice allo Stadium: “Sono felicissimo per l’esordio, per la vittoria e per il mio gol. Ora dobbiamo continuare e prepararci per la prossima sfida: contro la Fiorentina abbiamo sofferto, ma ce l’abbiamo fatta con sacrificio e pazienza. Qui sono felice, per l’affetto che tutti mi fanno sentire e io spero di restituire questo affetto con gol e vittorie”.

Gli obiettivi: “Quest’anno vogliamo vincere tutti i titoli possibili, ma manca tanto, siamo ancora all’inizio”.

TAG:

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti