Precipita elicottero del 118 tra l'Aquila e Campo Felice

Nelle ultime ore, intanto, i vigili del fuoco hanno recuperato all'interno dell'hotel Rigopiano altri corpi senza vita

Roma, 24 gen. – Un elicottero del 118 è precipitato nell’Aquilano, tra il capoluogo e Campo Felice. Secondo carabinieri e soccorso alpino (fonti citate dall’agenzia ANSA), al momento sul luogo del disastro, ci sarebbero delle vittime.

Stando a quanto riferisce la stessa agenzia, sei le persone a bordo dell’elicottero precipitato dopo aver prelevato uno sciatore rimasto ferito sulla pista. Il velivolo, spiegano fonti dei soccorritori, volava in una zona con una fitta coltre di nebbia e nuvole basse. Si è sentito uno schianto ed ora si sta cercando di localizzare l’elicottero, ma le operazioni sono rese difficili dalle condizioni meteo avverse.

I Vigili del Fuoco e gli uomini del Soccorso Alpino sono arrivati sul posto a circa 500 metri di distanza dal velivolo, che si trova più in basso rispetto alla loro posizione, in un canalone, e stanno cercando di raggiungerlo. L’elicottero è distrutto.

Sull’account twitter ufficiale dei Vigili del fuoco e del Soccorso alpino la comunicazione dell’incidente e l’annuncio dell’operazione: (24gen-13:43) (AQ), soccorso congiunto per segnalazione elicottero 118 precipitato. e sul posto

HOTEL RIGOPIANO – Nelle ultime ore, intanto, i vigili del fuoco hanno recuperato all’interno dell’hotel Rigopiano altri corpi senza vita, non ancora identificati e di sesso maschile. Sarebbe salito il numero delle vittime.

Intanto, in una nota, il Corpo nazionale dei vigili del fuoco ha sottolineato che il dispositivo dei soccorsi messo in atto dai vigili del fuoco che lavorano sulle macerie dell’hotel Rigopiano, travolto da una valanga, è “assolutamente adeguato” e “la mobilitazione è del tutto commisurata alle gravissime esigenze operative, senza alcuna sottovalutazione e senza alcun risparmio di risorse”. Anzi, precisa la nota, “una concentrazione in loco numericamente superiore di personale e mezzi dei vigili del fuoco non solo non servirebbe ad accelerare le ricerche, ma rischierebbe di rivelarsi addirittura pregiudizievole in relazione alle caratteristiche del sito e alle criticità che si stanno affrontando”.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti