I cani capiscono se il padrone mente: cosa rivela uno studio

Secondo una ricerca dell’Università di Vienna, i nostri amici a quattro zampe capiscono esattamente se stiamo rifilando loro una bugia.

4 Agosto 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Quante volte diciamo che al nostro cane manca solo la parola? Ecco, uno studio recente conferma questa convinzione. Ma potrebbe non essere un bene… per il padrone. Tra le capacità dei nostri fedeli amici a quattro zampe, infatti, ci sarebbe anche quella di capire quando il padrone sta mentendo. L’affinità tra il cane e il proprietario andrebbe quindi oltre la comprensione dei gesti e degli ordini e sconfinerebbe anche in un campo ben più articolato.

La ricerca arriva dall’Università di Vienna dove un gruppo di studiosi ha messo sotto indagine un totale di duecentosessanta esemplari. L’obiettivo era valutarne la capacità di discernimento in alcune situazioni specifiche. Stando a quanto emerso, come pubblicato sulla rivista specializzata ‘Proceedings of the Royal Society’, i cani sarebbero in grado di capire esattamente se stiamo dicendo una bugia.

Per esempio, non avremmo scampo quando cerchiamo di ‘ingannarli’ sul cibo o se fingiamo che non sia possibile fare una passeggiata. Il nostro fedele amico sa benissimo che non è così. Per scoprire questa capacità canina, i ricercatori hanno adottato un test che ha messo l’animale davanti alla doppia opzione verità o bugia. L’unica indicazione per distinguere tra le due possibilità era quella proveniente dall’uomo.

Dall’analisi del comportamento dei cani, si è visto che questi ignorano le parole rivolte loro se la persona non è presente nel momento in cui vene riempita la ciotola con il cibo. Il motivo è facilmente intuibile: il padrone non può sapere se la ciotola sia piena o meno. Ma, soprattutto, il cane tende a ignorare un’indicazione volutamente sbagliata da parte dell’uomo, come nel caso di una ciotola.

L’ipotesi, quindi, è che l’animale sappia riconoscere quando il padrone gli mente arbitrariamente. Insomma, la scusa del cattivo tempo per evitare di alzarsi dal divano di casa non regge più.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti