I cani comunicano sin da cuccioli con l’uomo: lo studio

Secondo uno studio americano, i cuccioli di cane sarebbero in grado di comunicare con l’uomo già dalla nascita. Cosa è stato scoperto.

7 Giugno 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Il rapporto fra uomo e cane, si sa, ha qualcosa di speciale che forse solo chi possiede un animale domestico conosce. Ora, arriva dagli Stati Uniti uno studio che attribuisce abilità sociali ai cuccioli fin dalla nascita. Pubblicata dalla rivista specializzata ‘Current Biology’, la ricerca è stata condotta dai ricercatori dell’Università dell’Arizona che hanno approfondito le capacità di comunicazione dei nostri fedeli amici a quattro zampe.

Quello che ne risulta è, di fatto, una conferma ulteriore che arriva direttamente dalla genetica canina. I cuccioli, infatti, nascono “programmati” per comunicare con gli umani, un’abilità dunque non appresa nel tempo ma congenita. Lo speciale rapporto con i cani sarebbe quindi un’attitudine presente fin dalla nascita e non legata all’età adulta per apprendimento. Gli studiosi spiegano, in particolare, che anche i cuccioli – esattamente come avviene nell’uomo – sarebbero biologicamente capaci di interazioni sociali.

L’osservazione che ha portato a questa scoperta ha tenuto in considerazione un totale di 375 esemplari canini con pedigree noto e gestiti da un’associazione che si occupa di pet therapy. Nel corso di otto settimane, i cani che affiancano nelle terapie persone con svariate disabilità fisiche sono stati oggetto di studio. L’obiettivo era capire se le differenze genetiche fra le razze e le parentele fra gli animali potevano spiegare anche le differenze in termini relazionali.

Il risultato è sorprendente: più del 40% delle diversità nelle abilità sociali fra i cuccioli dipenderebbe dai geni. I cuccioli ascerebbero, dunque, con la capacità innata di rispondere a input comunicazionali da parte dell’uomo. A essere, invece, frutto dell’educazione in età adulta sarebbe l’abilità di avviare la comunicazione stessa. Non diversamente da quello che capita con i cuccioli d’uomo.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti