I fan di Star Wars contro Pedro Pascal per un vecchio tweet

Dopo Gina Carano, anche Pedro Pascal finisce nell'occhio del ciclone per un tweet del 2018. Negli USA, l'hashtag #FirePedroPascal è finito in tendenza

15 Febbraio 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: ANSA

Non solo Gina Carano. I fan di Star Wars – a quanto pare – si stanno mobilitando anche contro l’attore Pedro Pascal, storico protagonista di Narcos e di The Mandalorian, che è da poco stato annunciato anche nel cast di The Last of Us, trasposizione del celeberrimo videogioco.

Anche le critiche nei confronti dell’attore cileno – come per la Carano – partono dai social. Stavolta però sotto accusa è finito un tweet del 2018, ancora visibile su Twitter e tornato alla ribalta proprio nelle scorse ore. L’attore ha messo a confronto due immagini, paragonando gli Stati Uniti alla Germania Nazista. La didascalia del tweet recita #ThisisAmerica: da un lato la foto di bambini in un campo di concentramento e dall’altra bambini detenuti nelle carceri americane. Un tweet critico che è tornato all’attenzione del popolo di Twitter dopo la condivisione da parte di Ben Shapiro e Donald Trump Jr., figlio dell’ex Presidente Donald Trump. “Disney+ dovrebbe immediatamente licenziare qualsiasi attore autore di un eccessivo paragone con l’olocausto” scrive Shapiro su Twitter. “Lo stesso progetto di Gina Carano, la stessa analogia, anche se la foto ha una data sbagliata… – scrive Donald Trump Jr. – Mi è stato detto che la foto risale al 2010 sotto la Presidenza Obama/Biden. La Disney quindi discrimina le donne perché fanno ciò che fanno gli attori uomini o è solo discriminazione contro i conservatori?”.

La naturale conseguenza di questi tweet è stata la nascita di proteste e la diffusione dell’hashtag #FirePedroPascal (Licenziate Pedro Pascal) che, negli Usa, è finito persino in tendenza. Pascal, ad ogni modo, non ha replicato così come la Disney, che sembra ferma nella sua posizione di licenziare Gina Carano. Insomma, negli USA la questione sta diventando sempre più politica e vede ormai le due fazioni politiche del paese combattere (certo, a suon di tweet per il momento).

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti