I lemuri cantano: la rivelazione in uno studio

Per 12 anni il team di studiosi si è concentrato su uno dei pochi primati 'cantanti', ovvero il lemure Indri indri

27 Ottobre 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
Fonte: 123rf

Uno studio condotto da ricercatori italiani, francesi e olandesi ha scoperto che ci sono altri mammiferi che hanno ritmi musicali simili a quello di noi esseri umani, e si tratta dei lemuri che vivono in Madagascar, nelle foreste pluviali montane.

La ricerca è apparsa sulla rivista scientifica Current Biology nell’articolo Categorical rhythms in a singing primate. A condurla sono stati gli studiosi dell’Università di Torino, dell’Enes Lab di Saint-Etienne e dell’Istituto Max Planck di Psicolinguistica di Nijmegen.

Se gli uccelli canori, proprio come l’uomo, possiedono il senso del ritmo, nei mammiferi questa è una caratteristica piuttosto rara. Come riporta Lastampa.it è stato registrato e catalogato il canto dei lemuri della specie Indri indri del Madascar. Un canto dotato di ritmo, duetti e cori armonizzati, una capacità ed una tradizione che condividono con l’uomo. “C’è un interesse di lunga data nel cercare di capire come si è evoluta la musicalità umana – fanno sapere Marco Gamba (Università di Torino) e Andrea Ravignani (Max Planck Institute) – ma questo tratto non è in realtà presente solo negli esseri umani. Cercare abilità musicali in altre specie ci permette sia di costruire un albero evolutivo di queste caratteristiche, sia di capire come le capacità ritmiche si sono originate ed evolute negli umani”.

Per ben 12 anni il team di studiosi si è concentrato su uno dei pochi primati ‘cantanti’, ovvero il lemure Indri indri, che tra l’altro è pure in pericolo di estinzione. Il fine dei ricercatori era capire se questi animali possedessero ritmi categorici, una caratteristica musicale universale presente nelle culture umane. Un ritmo si può definire categorico quando gli intervalli tra un suono e l’altro hanno la stessa durata (ritmo 1:1) o l’uno è il doppio dell’altro (ritmo 1:2). Nella musica questo tipo di ritmo rende una melodia riconoscibile, anche se viene eseguita a delle velocità diverse.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti