L’identità di Banksy rivelata in un video del 1995

Un video girato nel 1995, spuntato in questi giorni, svelerebbe l’identità di Banksy

Chi è Banksy? Criminologi, investigatori e appassionati: tutti hanno provato a svelare l’identità dell’artista misterioso. Ora la verità potrebbe arrivare grazie ad un video del 1995.

Il filmato, datato 1995, è stato pubblicato da Artnet e sarebbe andato in onda su Channel 4. Il video mostra un uomo con un paio di occhiali e i capelli scuri, che racconta la sua vita e la passione per la street artist. Non viene fatto il nome di Banksy, il volto è sfocato, ma le sue opere sono ben riconoscibili.

“La notte trasmette alla città un’energia diversa – svela l’artista nella clip –. Amo quando la città è circondata dal silenzio, quando sei l’unica persona in giro, ti senti come se potessi farla franca davanti a un omicidio”. Nel video si riconoscono alcune opere di Banksy, fra cui la famosissima Flower Bomber, ma anche le strade di Bristol, gli stencil e le bombolette con cui l’artista misterioso realizza le sue creazioni. “C’è quel momento stupendo in cui torni a casa dopo aver finito di dipingere – svela Banksy – in cui sei riuscito a fotterli di nuovo…sei riuscito a fare quello che volevi. È una sensazione fantastica, penso sia la ragione per cui faccio tutto questo”.

“Ho deciso che non esporrò mai i miei lavori in una galleria. Saatchi venne da me con un sacco di soldi e gli ho detto di farsi fottere – svela nel video – non si tratta di soldi, non dipingo su commissione, né dipingo per i critici d’arte”.

Sull’identità di Banksy, autore di alcune fra le opere di street art più famose al mondo, negli ultimi anni sono state fatte numerose ipotesi. In molti hanno ipotizzato che si trattasse del leader dei Massive Attack Robert “3D” Del Naja, altri hanno supposto si trattasse di un collettivo. Si è parlato anche di una donna oppire di Mr. Brainwash, comparso nel documentario Exit Through The Gift Shop.

In questi anni Banksy è rimasto inafferrabile ed è riuscito a mantenere segreta la sua identità, mostrandosi sempre controcorrente e rifiutandosi di uniformarsi al mondo dell’arte.

TAG:

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti