Il 2016 è stato l'anno delle audiocassette

L’audiocassetta, da molti considerata il “dinosauro” della musica e l’antenata dei nostri iPod, ha visto una rinascita nel 2016

Fonte: Pixabay

Ricordate le audiocassette, quelle strane scatoline rettangolari fornite di nastro che si riavvolge? No? Se siete nati dopo il 2000 non vi preoccupate: non le avete dimenticate, è più probabile che non le abbiate mai viste. Ma i vostri genitori ne conserveranno alcune. Queste cassette vanno inserite negli appositi apparecchi (stereo o portatili) per essere ascoltate e, per usufruire di nuovo del prodotto, è necessario riavvolgere il nastro.

Con l’avvento, e ormai la piena affermazione, prima dei lettori cd -ormai anch’essi scomparsi- poi degli mp3, degli iPod e dei cellulari che sono anche lettori musicali, l’audiocassetta è considerata alla stregua del dinosauro della musica, magari ricordato ma ormai estinto. Potrebbe però non essere così, visto il numero di giovani nostalgici del passato.

Il boom delle vendite

Alcuni, infatti, sembrano guardare con nostalgia un passato non troppo lontano, certo più scomodo ma anche infinitamente più poetico, in cui la stessa audiocassetta era un’innovazione. Un po’ come accade con la macchina da scrivere, iconica ed esteticamente bella, sebbene non paragonabile ad un PC per comodità, anche la cassetta audio ha avuto un revival.

Nei soli Stati Uniti d’America, infatti, sono state vendute nel 2016 129.000 audiocassette. Questo dato rappresenta un incremento vertiginoso (ben il 74%) rispetto all’anno precedente, il 2015, nel quale erano state vendute 74.000 unità. Il 2016 è stato, ancor più, l’anno dei dischi in vinile, anch’essi non “vecchi” ma piuttosto antichi, circondati da tutta quell’aura di mistica nostalgia che l’aggettivo porta con sé.

Le ragioni del revival

Paradossalmente, parte del merito di questa riscoperta delle audiocassette è da attribuire a persone giovani. Il rapper The Weeknd e il cantante pop Justin Bieber, ad esempio, hanno lanciato album disponibili anche in audiocassetta, dei quali è stato venduto un migliaio di copie per ciascuno.
Versioni rivisitate di precedenti album sono state trasposte e vendute su cassetta: è il caso di “The Slim Shady LP” di Eminem, che ha venduto per un totale di 2000 pezzi e di “Purple Rain” di Prince and The Revolution, che ha spinto i fan ad acquistare 3000 cassette. Campione di incassi nel campo delle audiocassette è stata però la colonna sonora di “Guardians of the Galaxy: Awesome Mix Vol. 1”, alla quale va attribuito il merito di 4000 copie vendute nel 2016.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti