1, 0, 0, 0, 1, 0, 0 trend

Il commovente appello social per adottare Happy

Arriva dalla pagina Facebook di Como Scodinzola l’appello social: “Ci aiutate a cambiare il destino Happy?”

26 Agosto 2021
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Arriva direttamente dai social, rilanciato grazie al racconto dei media, l’ultimo (e tenerissimo) appello per l’adozione di Happy. A occuparsi del cagnolino è Como Scodinzola, associazione di volontari operativa nel territorio lariano che cura cani e gatti in cerca di una famiglia. Tra i tanti pelosi che si ‘affacciano’ sulla bacheca Facebook, c’è anche il musetto dolce di Happy verso il quale la vita è stata spesso severa.

A differenza di quanto proclama il nome, infatti, l’animale ha trascorso la maggior parte della sua esistenza nel rifugio. Qui è cresciuto e invecchiato senza poter incontrare un padrone che volesse prendersi cura di lui facendogli conoscere il calore di una casa tutta sua. Eppure, come si suol dire, la speranza è l’ultima a morire e gli operatori del centro sono ancora impegnati nella sua adozione.

“Ci aiutate a cambiare il destino di Happy? – si legge sulla pagina FB – Chissà che quella famiglia speciale non sia proprio davanti al PC”. È in occasione dell’ultima giornata mondiale del cane, celebrata il 26 agosto, che il sito quicomo ha rilanciato l’appello per Happy facendo conoscere la storia di questo “gigante buono”.

Da anni, infatti, l’associazione comasca ospita l’animale che fa parte di quelli che ha ribattezzato “i mai voluti” o “i cuccioli che hanno perso il treno”. Espressioni che celano tutta la tristezza di una vita senza famiglia. Rimasti soli fin da piccoli, questi pelosetti hanno conosciuto solo le pareti del rifugio e mentre i loro compagni lasciavano il centro grazie alle adozioni, l’incontro fortunato per loro ha continuato a farsi attendere.

Oggi Happy ha sette anni e qualche mese fa è risultato positivo alla leishmaniosi, fattori che scoraggiano non pochi i potenziali proprietari di cani a scegliere di prendersi cura di lui. Nel rifugio dal 2014, Happy era solo un cucciolo quando vi arrivò conquistando presto un posto speciale nel cuore dei volontari. Per questo il sogno che possa trovare una famiglia è ancora più vivo che mai.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti