Il Cremlino "non sa nulla" di un invito da parte dell'Italia al G7

Il summit a Taormina a maggio

Fonte: Copyright (c) APCOM.

Mosca, 19 gen. (askanews) – Il Cremlino “non sa nulla” di eventuali intenzioni del governo italiano di invitare il presidente Vladimir Putin al G7 di Taormina. “Non sappiamo nulla e non c’è stata alcuna dichiarazione del governo italiano – ha dichiarato il portavoce Dmitri Peskov – e ribadisco che è ben nota la posizione russa riguardo il G7 e l’opportunità di partecipare a questo formato”.

Nel 2014, sulla scia della crisi ucraina e dell’annessione russa della Crimea, i membri del G7 hanno boicottato la riunione prevista a Sochi e il club dei sette più potenti del mondo è tornato a riunirsi senza la Russia. Il ministro degli Esteri Lavrov ha più volte dichiarato che Mosca non farà passi per chiedere il reintegro in questo gruppo.

Di una partecipazione russa al summit di maggio in Sicilia si è parlato molto, anche alla luce della svolta che l’arrivo di Donald Trump alla presidenza Usa può rappresentare per i rapporti tra Occidente e Russia. Il ministro degli Esteri Angelino Alfano ha però messo in chiaro che è auspicabile valutare il ritorno a “un G8”, anche se ciò probabilmente non sarà possibile in occasione della riunione a Taormina.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti