Il dramma di Sossio Aruta, il tronista racconta la sua verità

Il protagonista di Uomini e Donne ha deciso di replicare in un post su facebook - poi rimosso - alla sua ex moglie

Quello che si sta consumando al di fuori di Uomini e Donne, per Sossio Aruta, sta assumendo contorni imprevedibili. Dopo l’attacco subito dalla sua ex moglie, il noto protagonista del trono over ha deciso di replicare alle affermazioni di Rossella, l’ex madre dei suoi figli, che aveva denunciato il suo disinteresse nei loro riguardi.

Aruta ha quindi pubblicato un post – poi rimosso – sulla sua pagina Facebook in cui a suo avviso erano esplicitate le ragioni di questa distanza e la negazione di quelle accuse mosse dalla sua ex moglie. Nella didascalia di una foto in cui appare in lacrime, Sossio aveva scritto:

“È un dolore incolmabile, non avrà mai fine. Staccarsi dai propri figli contro il tuo volere. Vi odio con tutto me stesso. Dedicato a tutte quelle vittime come me. Non li abbandonate mai, loro non hanno colpe. A presto miei dolci angeli. Il babbo”.

Quel post e la foto che lo accompagnava sono stati rimossi dal diretto interessato, senza fornire spiegazioni in merito.

Dalla sua Rossella non ha gradito che l’ex marito avesse guadagnato popolarità, grazie al noto dating show di Maria De Filippi. Così attraverso questa lettera ha reclamato maggiori attenzioni per i suoi bambini:

“In questa lettera voglio precisare che chi ti vede a Uomini e Donne conosce solo una versione di te. Nella vita di tutti i giorni sei molto diverso dall’uomo che mostri di essere in televisione. Invece di andare in tv, dovresti trovarti un lavoro e pagare gli alimenti che il giudice della separazione ha stabilito che devi versare ai nostri figli. Mi dispiace dirlo, anche perché finora non lo avevo mai fatto, ma in questi anni non hai versato quasi nulla ai tuoi figli. Io e i nostri figli abbiamo vissuto periodi in cui tu non c’eri mai. In cui ti si vedeva di più nelle discoteche della Riviera romagnola che nel soggiorno. Anche a Uomini&Donne ne cambi una dopo l’altra. E il problema è proprio questo. Sei rimasto il ragazzo che eri: continui a giocare a calcio, a cercare ragazze, ma di cercarti un lavoro non ne vuoi sapere”.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti