Il gatto che vive ad Hagia Sofia è una star del web

Si chiama Gli ma su Instagram - dove vanta più di 47mila followers - è noto come Gatto di Hagia Sophia e si fa promotore di un messaggio di unione.

22 Luglio 2020
Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!

Dopo il gatto bibliotecario assunto in Russia, c’è un altro felino destinato a rivoluzionare il modo in cui siamo abituati a pensare ai nostri bellissimi ‘mici’ domestici. Si chiama Gli (esatto, proprio così) e come casa ha scelto la Basilica di Santa Sofia a Instanbul.

La costruzione è uno dei principali monumenti del paese perché la sua storia è millenaria: dal 537 al 1453 fu infatti una cattedrale cristiana, per poi diventare una moschea fino al 1931, anno in cui venne sconsacrata. Dal 1935 è diventata un museo, anche se un recente decreto presidenziale – risalente al 10 luglio 2020 – l’ha aperta nuovamente al culto islamico. Le sue variazioni politiche e religiose interessano poco però a Gli, che anzi si fa promotore di un messaggio positivo e di unione. Su Instagram Hagia Sophia Cat (questo il suo nome) si definisce infatti un “gatto celebrità”, e aggiunge: “Il mio regno è la Basilica di Santa Sofia, mi chiamano l’Unione dell’Amore. Fotografatemi e taggatemi e, soprattutto, seguite la mia coda”.

Sul social, Hagia Sophia Cat vanta infatti quasi 47mila followers ed è inutile sottolineare che il gatto è diventato ormai la vera attrazione dell’edificio, in cui aggira indisturbato e noncurante di chi vi mette piede dentro: del resto, stiamo parlando di un vero e proprio influencer capace anche di mettersi in posa per turisti e avventori, grazie al vantaggio di godere sempre di uno scenario bellissimo e unico al mondo. Sono ben sedici anni che Gli passeggia tra le mura della Basilica con tutto il suo fascino, riconducibile al suo incedere regale e agli occhi verdi con cui ammira chiunque metta piede in quella che ormai considera casa sua. Sul suo profilo Instagram ci sono scatti non solo delle sue pose all’interno del Museo, ma anche di tutti i turisti che sgomitano per un selfie con il beniamino del luogo. Le polemiche? In questo caso nessuna, ovviamente.

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti