Il guanto bionico per l'amore a distanza

Il guanto bionico riesce a simulare il tocco del partner accorciando la distanza affettiva che separa la coppia

Fonte: Pixabay

Abbattute le frontiere politiche e facilitata la mobilità, ci siamo sempre più abituati a trovare il nostro partner in giro per l’Europa se non addirittura al di fuori di essa.

I privilegi e gli inconvenienti delle relazioni a distanza sono peculiari e molteplici. Da una parte, ci sono le maggiori libertà del singolo, l’attesa e il desiderio crescente per un incontro, la fine della routine giornaliera che a lungo andare deteriora la relazione. Dall’altra, non mancano i problemi affettivi dovuti all’impossibilità di toccarsi e stringersi vicendevolmente. Era dunque solo una questione di tempo, la tecnologia e la ricerca sempre più spesso voltano lo sguardo verso i devices che ci permettono di vivere le sensazioni che proviamo durante i rapporti affettivi. Il guanto bionico è stato progettato proprio per permettere alla coppia di attivare quegli stimoli che finora potevano arrivare solo vis-à-vis.

Il guanto bionico

Il guanto bionico, progettato dalla School of Interactive Arts and Technology della Simon Fraser University, è stato realizzato sotto la supervisione del Prof. Carman Neustaedter. Si tratta di due guanti: uno ‘dominante’ e l’altro ‘ricettivo’.

La persona che indossa il guanto ‘dominante’ invia degli stimoli a quello ‘ricettivo’ semplicemente muovendo la mano. Il ‘guanto ‘ricettivo’, a sua volta, reagisce guidato da quello ‘dominante’. Lo strumento riesce a simulare una serie di funzioni come la mano stretta dal proprio partner, il suo tocco, una carezza e persino un leggero massaggio.

Le funzioni del guanto

Una volta indossato il guanto ‘dominante’ da uno dei due membri della coppia, questo potrà compiere qualsiasi tipo di azione. Il vibratore inserito nel guanto ‘ricettivo’ raccoglie l’input e si attiva per riprodurre i movimenti compiuti dal guanto dominante. Secondo il professore, il team di ricerca si è limitato ad esplorare solo le funzionalità base dello strumento come lievi carezze, ma gli utenti avranno modo di utilizzare lo strumento per diversi scopi.

Neustaedter sostiene che: “il guanto è stato progettato per essere molto flessibile, quindi le coppie possono usarlo nel modo che preferiscono e che più dà senso alla loro relazione. Il guanto ricettivo può essere messo su qualsiasi parte del corpo. Dunque, se gli utenti vogliono utilizzare il guanto per scopi sessuali, possono farlo”.

Contenuti sponsorizzati

più popolari su facebook nelle ultime 24 ore

vedi tutti